Le informazioni di membri e visitatori sono analizzate in modo anonimo per fornire il miglior servizio possibile e rispondere a tutte le esigenze. Questo sito utilizza anche dei cookies, ad esempio per analizzare il traffico. Puoi specificare le condizioni di archiviazione e accesso ai cookies nel tuo browser. Per saperne di più.
È online la nuova piattaforma nazionale: historiaHelvetica.ch

«Demolire… e poi?» L’urbanizzazione in Ticino

28 dicembre 1973
RSI Radiotelevisione svizzera di lingua italiana

L’attività di ricerca nelle Teche RSI fa emergere la spiccata sensibilità che il regista Sergio Genni ebbe sia per l’architettura in Ticino, sia per le rapide trasformazioni che il territorio cantonale ebbe nel secondo dopoguerra, con una particolare accelerazione negli anni Sessanta.

Realizzato da Sergio Genni assieme con Adriano Soldini, intitolato «Demolire… e poi?», questo servizio andò in 28 dicembre 1973 nel programma televisivo «Situazioni e testimonianze». Modernità e urbanizzazione stavano demolendo il patrimonio storico architettonico e gli spazii verdi delle città ticinesi.

Devi essere registrato in per poter aggiungere un commento
  • Elio Felice

    Splendido, lucido, stupendo e terribilmente attuale!

  • Alberto Gadoni

    Un servizio documentaristico, di notevole pregio realizzato dal regista Sergio Genni che da un quadro esatto della frenesia edilizia degli anni '60/'70 , dove molti edifici venivano abbattuti, taluni senza pregio, mentre altri sarebbero stato saggio mantenerli e valorizzarli dandogli nuova vita.
    All’inizio di quegli anni, da giovane disegnatore qual’ ero, mi affacciavo al mondo del lavoro, proprio nel campo edile, dell’architettura e dei cantieri. Ripenso alla vista dalla finestra del mio primo ufficio di via G.B. Pioda, che dava direttamente sulle vecchie carceri pretoriali e cantonali di via E .Bossi, dove, giornalmente i detenuti passeggiavano nelle “ore di aria” nel grande giardino, un edificio fatiscente e di poco pregio che, a giusta ragione è stato demolito per far posto all’allora nuovo palazzo di Giustizia di via Pretorio e cosi come molti altri stabili del centro ben documentati nel servizio in oggetto, come ad esempio il quartiere Maghetti, via S. Balestra con gli stabili dove passava la roggia e trovavano la loro sede alcune ditte e artigiani, la Peri, fabbrica di gazzose, la Buri, panetteria , il ciclista Puricelli ecc. e gli atelier degli artisti di Lugano.
    Collaborando per oltre mezzo secolo con un noto studio d'architettura del Luganese, poi trasferitosi a Savosa prima e definitivamente a Breganzona, ho avuto la fortuna e il privilegio, proprio in quegli anni, per motivi professionali e di fermento edilizio, toccare con mano ed essere partecipe e di vedere come la città la citta e il cantone, nel bene e nel peggio, si trasformava; a mo’ di esempio, come dimenticare il bell'edificio ad angolo di via Pretorio/contrada Verla, con il bar ritrovo degli sportivi, la pasticceria sotto i portici, demolito per far posto allo stabile “ricco” UBS di Rino Tami e potrei continuare con altri molteplici esempi.
    Per tornare al documentario, per motivi professionali ho avuto il privilegio, in questi lunghi anni sul “campo”, di frequentare molte persone e personaggi importanti che hanno segnato la storia e la vita del nostro territorio e in questo particolare caso di conoscere di persona, frequentando la sua nuova dimora di Via Leoni a Breganzona, il regista e coautore del servizio, Sergio Genni, persona squisita, sensibile ed estremamente gentile, che mi ha permesso di avere un contatto personale. Il bellissimo documento mi ha fatto prendere coscienza e rivivere a distanza di anni quei momenti storici dove molti edifici venivano abbattuti senza ripensamenti, a giusta ragione taluni senza valore e a giusta ragione, mentre altri avrebbero meritato saggiamente una miglior fine ed essere “salvati”, valorizzati per essere poi tramandati ai nostri figli e nipoti.

23 marzo 2020
471 visualizzazioni
1 like
0 preferiti
2 commenti
1 dossier
00:16:54
Già 1,979 documenti associati a 1970 - 1979

Dossier:

Le nostre vite: un secolo di storia degli svizzeri attraverso le loro immagini

La rete:
Sponsor:
10,863
3,025
© 2024 di FONSART. Tutti i diritti riservati. Sviluppato da High on Pixels.