Le informazioni di membri e visitatori sono analizzate in modo anonimo per fornire il miglior servizio possibile e rispondere a tutte le esigenze. Questo sito utilizza anche dei cookies, ad esempio per analizzare il traffico. Puoi specificare le condizioni di archiviazione e accesso ai cookies nel tuo browser. Per saperne di più.

Un inedito Clay Regazzoni commenta la stagione 1971

28 marzo 1971
RSI Radiotelevisione svizzera di lingua

Il 1970 fu l'anno della definitiva affermazione di Clay Regazzoni: divenne campione europeo di Formula 2, vincendo quattro delle otto gare della serie. Nello stesso anno prese parte alla 24 Ore di Le Mans, la sua prima gara con vetture Sport Prototipo, al volante della Ferrari 512 S. Con la Ferrari 312 PB, nel 1971 e nel 1972, Regazzoni partecipò ancora a gare del Campionato Mondiale Marche, vincendo nel 1972 la 1000 km di Monza assieme a Jacky Ickx e la 9 Ore di Kyalami in coppia con Merzario.

Nel 1970 Regazzoni fece un esordio sensazionale in Formula 1 con la Scuderia Ferrari, invertendosi con Ignazio Giunti alla guida della seconda vettura. Dopo sole quattro gare, Regazzoni riuscì ad aggiudicarsi il Gran Premio d'Italia e terminando il campionato al terzo posto, alle spalle di Jochen Rindt e del compagno di squadra Jacky Ickx.

Questa intervista di Gian Paolo Foletti andò in onda nella trasmissione televisiva «Obiettivo Sport» il 28 e il 29 marzo 1971. Conservata su film 16mm e solo recentemente digitalizzata, è di nuovo offerta al pubblico dopo quasi mezzo secolo.

Gli argomenti trattati sono quelli che hanno caratterizzato il grandioso esordio di Regazzoni: il Campionato Mondali Marche, la sua attività con le vetture Sport Prototipo e l'esordio in Formula 1.

Devi essere registrato in per poter aggiungere un commento
Non ci sono ancora commenti!
23 aprile 2019
59 visualizzazioni
0 likes
0 commenti
0 dossier
00:04:36
Già 361 documenti associati a 1970 - 1979
La rete:
Sponsor:
3,044
1,518
© 2019 di FONSART. Tutti i diritti riservati. Sviluppato da High on Pixels.