Le informazioni di membri e visitatori sono analizzate in modo anonimo per fornire il miglior servizio possibile e rispondere a tutte le esigenze. Questo sito utilizza anche dei cookies, ad esempio per analizzare il traffico. Puoi specificare le condizioni di archiviazione e accesso ai cookies nel tuo browser. Per saperne di più.
In evidenza
Casenzano e la sua cappella di Sant’Antonio Abate

Casenzano e la sua cappella di Sant’Antonio Abate

1950
Frida Spinella e Adriana Parola Sassi
Frida Spinella-Vanolli

Dagli scarsi documenti esistenti si può supporre che un primo edificio fu costruito attorno al 1200. L’atto notarile della dedicazione e benedizione data il 21 settembre 1654 e risulta compiuto dal vicario foraneo Bartolomeo Berna da Ascona in rappresentanza dell'allora amministratore apostolico monsignor Lazaro Carafino (1590-1665), vescovo di Como.

La cappella è una piccola sala rettangolare con volta a crociera e coro. È stata consacrata nel 1694 e rialzata probabilmente nel sec. XVIII. Ha un piccolo campanile a vela e una casa del sec. XIX addossata al portico. (Volume di Bernhard Anderes, Guida d’arte della Svizzera italiana, 1980, edizioni Trelingue).

Le fotografie che seguono sono state scattate prima del restauro.

Vedi il fondo Spinella su Casenzano e la sua cappella di Sant’Antonio Abate cliccando qua.

Vai al dossier completo del Fondo fotografico Frida Spinella-Vanolli cliccando qua.

Vai al dossier FOTOGRAFIE - Museo della Memoria cliccando qua.

Archivio Museo della Memoria: MDM0098

Devi essere registrato in per poter aggiungere un commento
Non ci sono ancora commenti!
20 luglio 2022
44 visualizzazioni
0 likes
0 preferiti
0 commenti
2 dossier
La rete:
Sponsor:
8,842
2,553
© 2022 di FONSART. Tutti i diritti riservati. Sviluppato da High on Pixels.