Le informazioni di membri e visitatori sono analizzate in modo anonimo per fornire il miglior servizio possibile e rispondere a tutte le esigenze. Questo sito utilizza anche dei cookies, ad esempio per analizzare il traffico. Puoi specificare le condizioni di archiviazione e accesso ai cookies nel tuo browser. Per saperne di più.
È online la nuova piattaforma nazionale: historiaHelvetica.ch

L’ultima colazione …

2023
Mario Giamboni
Voce di Blenio

…..Intanto l’invaso del bacino idroelettrico del Luzzone, lentamente ma inesorabilmente, dal fondovalle già saliva, saliva a vista d’occhio, mostrando il suo sereno specchio d’acqua che diveniva ogni giorno più esteso, penetrando dolcemente nei valloncelli, stravolgendo i luoghi e avvolgendo infine anche la cappella dei Maestrani arroccata al bivio dei sentieri e fino all’ultimo risparmiata.

Estratto dal racconto di Mario Giamboni pubblicato su Voce di Blenio.

mdm.atte.ch/MDM0754-foto-1.jpg

Monte "Al Sasso". L'ultimo giorno delle cascine di Domenico Degiorgi di Aquila prima di essere abbattute, mente il lago già sta salendo... Foto Savino Degiorgi 1962.

mdm.atte.ch/MDM0754-foto-2.jpg

L'addio al monte Cavallo (Val Luzzone) poco prima dell'invaso, con gli alpigiani Giorgio e Piermartino Giamboni (Foto Mario Giamboni 1962)

mdm.atte.ch/MDM0754-foto-3.jpg

"Capela da Forca", 1926, sul sentiero della val Luzzone, proprio dove 35 anni dopo hanno innestato il grande sbarramento. In immagine presso la cappella, dall'abbigliamento diremmo un gitante di città. Fotografo sconosciuto (foto presso l’archivio di Mario Giamboni).

mdm.atte.ch/MDM0754-foto-4.jpg

Monte Cavallo (val Luzzone), dei patrizi di Ghirone, prima di essere allagato (Foto Carlo Masina, 1962)

mdm.atte.ch/MDM0754-foto-5.jpg

Alpe Motterascio, settembre 1934. Foto scattata da una suora di Davos durante un'escursione nella Greina con una consorella.

SOSPIRO

(In riva al lago di Luzzone)

...Oh! l'amaro

fantasticar di sempre,

in solitaria

chiostra alpina,

lontano dal fragor

di macchine, ferraglie,

e di sirene urlanti;

lontano dal travaglio

uman, tutto fervor

di conquiste audaci.

Solo in compagnia

del mai spento amor,

e del rimpianto,

per le perdute cose,

sommerse dall'onda

placida che carezza

il lido, medito

...e piango!

(Rocco Degiorgi) 5.8.65

Leggi l’articolo completo sulla Voce di Blenio cliccando qua.

Vai al dossier “Voce di Blenio” cliccando qua.

Vai al dossier LIBRI e ARTICOLI - Museo della Memoria cliccando qua.

Vedi anche “Luzzone. C’è un monte in fondo al lago…” cliccando qua.

Archivio Museo della Memoria: MDM0754

Devi essere registrato in per poter aggiungere un commento
Non ci sono ancora commenti!
16 aprile 2023
175 visualizzazioni
0 likes
0 preferiti
0 commenti
2 dossier

Le nostre vite: un secolo di storia degli svizzeri attraverso le loro immagini

La rete:
Sponsor:
11,002
3,054
© 2024 di FONSART. Tutti i diritti riservati. Sviluppato da High on Pixels.