Le informazioni di membri e visitatori sono analizzate in modo anonimo per fornire il miglior servizio possibile e rispondere a tutte le esigenze. Questo sito utilizza anche dei cookies, ad esempio per analizzare il traffico. Puoi specificare le condizioni di archiviazione e accesso ai cookies nel tuo browser. Per saperne di più.

Video 1/2 - Spartaco Rossi e le sue poesie

14 novembre 2017
Aurelio Castagnoli, Luciana Dürig
Atte-Museo della Memoria

Difficile datare in modo preciso la nascita del carnevale ambrosiano biaschese. Esso viene già nominato in una lettera del 6 marzo 1465 dal Commissario di Bellinzona, Bartolomeo Caimi, all’allora Duca di Milano. Ma fine 1800 un documento testimonia di un gruppo di promotori, medici, avvocati, ingegneri, negozianti, definiti <buontemponi> che, in una riunione di carnevale, decise di portare l’energia elettrica nella regione. Spesso il carnevale coincideva con il periodo delle votazioni comunali e cantonali e ciò contribuiva a creare attriti fra i diversi partiti e relative scenette divertenti e certe volte manesche. La poesia “Ra votazión dro Pepign Parapóm” descrive un fatto realmente accaduto. I conservatori avevano sequestrato il vecchietto un po’ sempliciotto in una casa appartata ma i liberali erano riusciti a liberarlo e a farlo votare a loro favore.

Vai al dossier Intervista a Spartaco Rossi

Archivio Museo della Memoria: MDM0384

Devi essere registrato in per poter aggiungere un commento
Non ci sono ancora commenti!
29 novembre 2020
141 visualizzazioni
0 likes
0 preferiti
0 commenti
1 dossier
00:05:34
Già 2,158 documenti associati a 1960 - 1969

Dossier:

La rete:
Sponsor:
9,207
2,627
© 2022 di FONSART. Tutti i diritti riservati. Sviluppato da High on Pixels.