Le informazioni di membri e visitatori sono analizzate in modo anonimo per fornire il miglior servizio possibile e rispondere a tutte le esigenze. Questo sito utilizza anche dei cookies, ad esempio per analizzare il traffico. Puoi specificare le condizioni di archiviazione e accesso ai cookies nel tuo browser. Per saperne di più.

Fratelli Artaria

2017
Atte-Museo della Memoria

COMMERCIO DI MERCERIE, FILATI E MAGLIERIE

Pasquale Artaria arrivò a Lugano dal comune di Blevio, in Brianza, ai primi dell’800 e iniziò l’attività commerciale nel settore della merceria.

mdm.atte.ch/MDM0316-foto-13.jp...

Pasquale Artaria

Nella seconda metà dell’800 il bazar “Luigi Artaria fu Pasquale” era noto in città e serviva la clientela già dalle quattro del mattino. Il magazzino all’ingrosso si trovava al primo piano in Piazza del Commercio (ora Piazza Maraini). A Luigi (1854-1934) subentrarono i figli Mario e Salvatore.

Grossisti, gli Artaria si occuparono anche di commercio al minuto negli anni della grande crisi (1929) e di vendita “itinerante” con carrozze che battevano le vallate.

Nel 1947 il negozio, per molti anni ubicato nel Palazzo Postale (angolo via Vegezzi-via Magatti), si trasferì in via Francesco Soave al numero 6 (Casa Alberio), tra la coltelleria Ambrosini e il negozio di frutta e verdura Eredi R. Giorzi.

Nel 1949 l’esercizio commerciale traslocò definitivamente in Corso Pestalozzi, 4 (stabile Colombo). La merce era di qualità, all’ingrosso e al dettaglio,fornita di lane di marca Sciaffusa, Sisi, Spinnerin, maglieria intima per uomo Zimmerli e altre marche note. Di fronte al negozio, di cui si occupava Salvatore, c’erano il magazzino e laboratorio di maglieria gestiti, sino al 1975, dal fratello Mario.

Nel 1987, con Salvatore e la moglie Erminia, il negozio “Fratelli Artaria” chiuse definitivamente un’attività commerciale bicentenaria a conduzione famigliare nel centro cittadino.

CURIOSITÀ

All’inizio del secolo, come risulta dalle foto, il negozio vendeva “chincaglieria, merceria e filati”: così sta scritto sulle vetrine. Il negozio era diventato un punto d’incontro per le acquirenti e le allieve delle scuole, che chiedevano spiegazioni e consigli alle disponibili commesse su come eseguire i lavori a maglia.

La famiglia Artaria era ben inserita e attiva nella vita sociale cittadina. Molto generosa, faceva donazioni all’ospedale, ai ricoveri, agli orfanotrofi. Già nel 1883, in occasione del Tiro Federale Svizzero di luglio è documentata, tra i premi d’onore offerti, una “uccelliera con acquario” della ditta “Fratelli Artaria fu Pasquale”. L’attività commerciale aveva come clienti anche l’ente pubblico. Come testimonia, ad esempio, una delibera per l’anno 1959 di forniture di filati per l’Ospedale Civico o di 120 paia di guanti bianchi per la polizia e il Corpo Volontari Città di Lugano.

Vai al dossier MESTIERI - Museo della Memoria cliccando qua.

Archivio Museo della Memoria: MDM0316

Foto

mdm.atte.ch/MDM0316-foto-1.jpg

Logo corso Pestalozzi

mdm.atte.ch/MDM0316-foto-2.jpg

Negozio al primo piano in Piazza Commercio

mdm.atte.ch/MDM0316-foto-3.jpg

Via Soave. (Foto Vincenzo Vicari)

mdm.atte.ch/MDM0316-foto-4.jpg

Via Soave. (Foto Vincenzo Vicari)

mdm.atte.ch/MDM0316-foto-5.jpg

Via Soave 2020 (Foto google)

mdm.atte.ch/MDM0316-foto-6.jpg

Vetrine Artaria in Corso Pestalozzi 4

mdm.atte.ch/MDM0316-foto-7.jpg

Corso Pestalozzi 4 2020 (Foto google)

mdm.atte.ch/MDM0316-foto-8.jpg

Interno del negozio Artaria

Estratti da Gazzetta Ticinese

mdm.atte.ch/MDM0316-foto-9.jpg

1901

mdm.atte.ch/MDM0316-foto-10.jp...

1936

mdm.atte.ch/MDM0316-foto-11.jp...

1947

mdm.atte.ch/MDM0316-foto-12.jp...

1949

Devi essere registrato in per poter aggiungere un commento
Non ci sono ancora commenti!
5 agosto 2021
194 visualizzazioni
0 likes
0 preferiti
0 commenti
2 dossier
La rete:
Sponsor:
8,456
2,482
© 2022 di FONSART. Tutti i diritti riservati. Sviluppato da High on Pixels.