Le informazioni di membri e visitatori sono analizzate in modo anonimo per fornire il miglior servizio possibile e rispondere a tutte le esigenze. Questo sito utilizza anche dei cookies, ad esempio per analizzare il traffico. Puoi specificare le condizioni di archiviazione e accesso ai cookies nel tuo browser. Per saperne di più.
In evidenza
Casenzano

Casenzano

1916
Frida Spinella e Adriana Parola Sassi
Frida Spinella-Vanolli

Situato su un promontorio a picco sul torrente Cedullo a 313 metri di altitudine, divenne comune autonomo nel 1803. Le terre sottostanti, sulle sporgenze dei terrazzi e più soleggiate, erano coltivate, ma questa agricoltura scomoda causò in parte l’abbandono, soprattutto verso la fine del 1800, causando una forte emigrazione maschile. La popolazione diminuì sempre più e il potere Esecutivo e Legislativo era assunto dalle stesse persone che invecchiavano.

Nel 1929 si presentava in tre frazioni: Casenzano, dove si trovava la sede del Municipio e la scuola elementare, Cabernardo e Bustello. Dopo interminabili discussioni con il confinante comune di Vairano, con decisione assembleare (Casenzano il 28 febbraio 1929 - Vairano il 31 marzo 1929) la cittadinanza accettò la fusione dei due comuni. Il 12 giugno 1929 il Gran Consiglio, su proposta del Consiglio di Stato, decreta: “I comuni di Casenzano e Vairano sono riuniti in un solo comune denominato San Nazzaro”.
Dal 2010, unito a altri villaggi, forma l’attuale comune di Gambarogno.

Vedi il fondo Spinella su Casenzano cliccando qua.

Vai al dossier completo del Fondo fotografico Frida Spinella-Vanolli cliccando qua.

Vai al dossier FOTOGRAFIE - Museo della Memoria cliccando qua.

Archivio Museo della Memoria: MDM0098

Devi essere registrato in per poter aggiungere un commento
Non ci sono ancora commenti!
17 luglio 2022
63 visualizzazioni
0 likes
0 preferiti
0 commenti
2 dossier
La rete:
Sponsor:
8,998
2,574
© 2022 di FONSART. Tutti i diritti riservati. Sviluppato da High on Pixels.