Le informazioni di membri e visitatori sono analizzate in modo anonimo per fornire il miglior servizio possibile e rispondere a tutte le esigenze. Questo sito utilizza anche dei cookies, ad esempio per analizzare il traffico. Puoi specificare le condizioni di archiviazione e accesso ai cookies nel tuo browser. Per saperne di più.

Passato, presente e futuro delle cave di Arzo

2016
Guido Codoni
Atte-Museo della Memoria

Articolo uscito nel dicembre 2016 sul periodico Terra Ticinese

Ad Arzo vi è una cappella (sono rappresentati San Grato, patrono dei contadini di campagna, e San Francesco di Paola, protettore della gente di mare) voluta dai patrizi per ricordare gli artisti del posto emigrati in America. Tra questi, molti avevano iniziato l’attività nelle cave dalle quali veniva estratto il “marmo di Arzo”. Le cave si trovano su una lingua di terra, della ragguardevole superficie di circa 120.000 mq, di proprietà del Patriziato di Arzo, che scende dal Poncione a lambire il paese. Fino al 1912 ne erano attive ben 72 che davano lavoro fino a 200 persone. (…)

Autore articolo: Guido Codoni

Leggi l’articolo cliccando qua.

Vai al dossier LIBRI e ARTICOLI - Museo della Memoria cliccando qua.

Archivio Museo della Memoria: MDM0208

Devi essere registrato in per poter aggiungere un commento
Non ci sono ancora commenti!
1 maggio 2021
67 visualizzazioni
0 likes
0 preferiti
0 commenti
1 dossier
La rete:
Sponsor:
9,232
2,632
© 2022 di FONSART. Tutti i diritti riservati. Sviluppato da High on Pixels.