Le informazioni di membri e visitatori sono analizzate in modo anonimo per fornire il miglior servizio possibile e rispondere a tutte le esigenze. Questo sito utilizza anche dei cookies, ad esempio per analizzare il traffico. Puoi specificare le condizioni di archiviazione e accesso ai cookies nel tuo browser. Per saperne di più.

Mosè Bertoni negli archivi RSI

«Mosè Bertoni — ha scritto lo storico Danilo Baratti —è un personaggio quasi leggendario dell’emigrazione ticinese di fine Ottocento. Dopo gli studi di botanica, e già con 5 figli, nel 1884 lascia il nostro paese, ispirato anche da ideali anarcosocialisti, per andare a vivere di agricoltura e di scienza dapprima in Argentina e poi in Paraguay. A pochi chilometri delle cascate di Iguazú, sul fiume Paraná, crea la colonia “Guglielmo Tell”, nel luogo ancora oggi chiamato Puerto Bertoni: un centro di sperimentazione agricola, di produzione e di ricerca scientifica. Per tutta la vita coltiva un sapere enciclopedico, producendo lavori importanti soprattutto in campo agronomico e meteorologico, stampando egli stesso i suoi libri nella selva dell’Alto Paraná. Pubblica anche corposi studi etnoantropologici, nobilitando, non senza ambiguità, la principale etnia indigena del Paraguay: i guaraní. Indipendentemente dal valore e dalla fortuna scientifica dei suoi studi, grande è il fascino che emana dal suo lavoro titanico, dal suo stile di vita, dal suo isolamento orgoglioso e virtuoso nella natura. Per vari e ragionevoli motivi la sua esperienza è spesso presentata sotto il cappello dell’utopia.» Assieme con Patrizia Candolfi, Baratti scrisse una biografia epistolare di Bertoni, «L’arca di Mosè» (1994), documentando la complessità delle idee e dei progetti di Bertoni. Il sito web curato dai due studiosi [mosebertoni.ch] è il punto di partenza per ogni indagine sullo studioso ticinese. In questo dossier la RSI ha pubblicato pressoché tutti i servizi televisivi dedicati a Bertoni.

Mostra nella mappa

Questo servizio di Riccardo Franciola andò in onda il 10 giugno 1992 nella trasmissione te...
0
0
1
Questo servizio di Leandro Manfrini andò in onda il 18 febbraio 1987 nella trasmissione te...
0
0
1
Intitolato «Il tempo si è fermato», questo servizio di Marco Cameroni andò in onda il 26 g...
0
0
1
Questo servizio di Romano Venziani andò in onda il 17 novembre 1989 nella trasmissione tel...
0
0
1
In evidenza
Questo servizio di Romano Venziani, girato a Dongio, Marolta e Mendrisio e Malvaglia, andò...
0
0
1
«Se fosse sempre bella, non sarebbe vita»
«La più alta avventura che l'emigrazione ticinese abbia mai realizzato», per dirla con le parole di Ferruccio Bolla, ebbe come principale protagonista Mosè Bertoni di Lottigna, che rappresentò un unicum per svolgimento, rigore scientifico, ammaestramento morale. In Mosè Bertoni, che nutriva nel suo...
0
0
2
Questo servizio di Graziano Terragni andò in onda il 21 giugno 1991 nella trasmissione tel...
0
0
1
Questo servizio di Patrizio Malaguerra andò in onda il 3 marzo 1984 nella trasmissione tel...
0
0
1
In evidenza
Questo servizio di Tiziano Gamboni andò in onda il 23 maggio 1997 nella trasmissione telev...
0
0
1
Questo servizio di Federico Jolli andò in onda l'8 maggio 1993 nella trasmissione televisi...
0
0
1
Il 9 novembre 1994, l'allora TSI mise in onda «Desencuentros», il film di Leonardo Manfrin...
0
0
1
Questo servizio di Davide De Nigris andò in onda nella trasmissione televisiva «Il Quotidi...
0
0
1
Questo servizio televisivo andò in onda l'11 novembre 1988 nel programma intitolato «Attua...
0
0
1
L'emigrazione, quasi sempre, è dramma sociale per chi vi è costretto, specie quando appare...
0
0
2
La rete:
Sponsor:
5,295
1,877
© 2020 di FONSART. Tutti i diritti riservati. Sviluppato da High on Pixels.