Le informazioni di membri e visitatori sono analizzate in modo anonimo per fornire il miglior servizio possibile e rispondere a tutte le esigenze. Questo sito utilizza anche dei cookies, ad esempio per analizzare il traffico. Puoi specificare le condizioni di archiviazione e accesso ai cookies nel tuo browser. Per saperne di più.

1/5 Con il padre sull’alpe Trevino

23 giugno 2016
Atte-Museo della Memoria

L’Alpe Trevino (1016 msm), sul Monte Sighignola, è situato sopra le cantine di Caprino. È il punto più alto del territorio di Lugano ed è ubicato al confine con l’Italia. Per raggiungerlo in auto si deve passare dall’Italia, salendo fino a Lanzo d’Intelvi. Da lì si scende fino a Trevino, lungo un strada campestre sconnessa e tortuosa. Dalla Svizzera si può raggiungere l’alpe solo a piedi, salendo su un sentiero impervio dalle cantine di Caprino.

Si è trovato testimonianza che “i primi documenti riguardanti l’Alpe risalgono al dicembre del 1575, anno nel quale venne stipulato un accordo tra la Lega Elvetica ed il cardinale Federico Borromeo, arcivescovo di Milano e “signore” della Valsolda. L’accordo mirava a delimitare i confini e il diritto di tagliare legna compresi fra la strada della Bolla e di Val Ruina e la sommità del monte. Con l’accordo del 1575 venne inoltre disegnata una cartina con la quale si stabilì l’esatta ubicazione dell’Alpe e della fontana di Trevino, tuttora esistente. La questione dei confini non si risolse comunque così facilmente. Gli anni successivi videro l’accendersi di innumerevoli liti che si placarono soltanto nell’agosto del 1925 grazie ad un compromesso”.

Da almeno tre generazioni l’alpe di Trevino appartiene alla famiglia Rezzonico e Luciano ricorda che prima il nonno Ignazio e poi il papà Osvaldo salivano all’alpe da metà aprile a metà novembre con capre e mucche. Le capre attraversavano il lago Ceresio fino a Caprino su una barca a arcioni, le mucche su un barcone. La produzione di formaggini era l’attività principale e, una volta alla settimana, venivano portati al piano per la vendita.

Vai al dossier Intervista a Luciano Rezzonico cliccando qua

Archivio Museo della Memoria: MDM0292

Devi essere registrato in per poter aggiungere un commento
Non ci sono ancora commenti!
31 gennaio 2021
25 visualizzazioni
0 likes
0 preferiti
0 commenti
1 dossier
00:06:35
La rete:
Sponsor:
6,806
2,107
© 2021 di FONSART. Tutti i diritti riservati. Sviluppato da High on Pixels.