Le informazioni di membri e visitatori sono analizzate in modo anonimo per fornire il miglior servizio possibile e rispondere a tutte le esigenze. Questo sito utilizza anche dei cookies, ad esempio per analizzare il traffico. Puoi specificare le condizioni di archiviazione e accesso ai cookies nel tuo browser. Per saperne di più.

Il funerale di Hermann Hesse

13 agosto 1962
RSI Radiotelevisione svizzera di lingua

Nel 1919, anno in cui pubblicò il romanzo di formazione Demian, lo scrittore Hermann Hesse si trasferì nei pressi di Lugano, a Montagnola, i cui luoghi sono riflessi non solo nel suo celebre L'ultima estate di Klingsor, ma anche nella pittura, alla qual cominciò a dedicarsi con crescente passione. Nel 1922 vide la luce una delle sue opere più importanti e intense: Siddhartha, frutto del suo viaggio in India e del suo interessamento alla cultura orientale, che lo portò ad avvicinarsi alla spiritualità buddhista e induista. Nel 1930 scrisse Narciso e Boccadoro, storia di un'amicizia ambientata nel Medioevo cristiano, e dove si trovano tracce dei luoghi tra la Collina d'Oro e Carona, nei quali spesso Hesse faceva le sue escursioni. Il premio Nobel per la letteratura gli fu conferito nel 1946, tre anni dopo la pubblicazione, a Zurigo, de Il giuoco delle perle di vetro, certamente la sua opera più importante, nella quale non solo egli distillò tutte le tematiche a lui care, ma con la quale volle dichiarare il suo ideale di «formazione» - continuazione ideale del Wilhelm Meister di Goethe.

Malato di leucemia, Hermann Hesse morì l'8 agosto del 1962. Questo documento video è il servizio televisivo che andò in onda nell'edizione del Telegiornale del 13 agosto 1962. Documenta il funerale di Hermann Hesse svoltosi nel cimitero di Sant'Abbondio, a Gentilino.

Devi essere registrato in per poter aggiungere un commento
Non ci sono ancora commenti!
Già 624 documenti associati a 1960 - 1969
La rete:
Sponsor:
3,182
1,532
© 2019 di FONSART. Tutti i diritti riservati. Sviluppato da High on Pixels.