Le informazioni di membri e visitatori sono analizzate in modo anonimo per fornire il miglior servizio possibile e rispondere a tutte le esigenze. Questo sito utilizza anche dei cookies, ad esempio per analizzare il traffico. Puoi specificare le condizioni di archiviazione e accesso ai cookies nel tuo browser. Per saperne di più.

Adriana Ramelli

1989
Nini Eckert-Moretti
Terzaetà

INTRODUZIONE

Adriana Ramelli (1908-1996)

Nacque a Lugano-Paradiso il 22 aprile 1908, figlia di Bernardo Ramelli (1873-1930), architetto ticinese, e di Carolina Chiesa, pittrice milanese. Non si sposò e visse sempre a Lugano.

La versione integrale di questa biografia è disponibile presso la sede AARDT cliccando qua

Intervista di Nini Eckert-Moretti - Rivista Terzaetà 3/1989

Contribuì alla crescita del Ticino

Una casa fiorita e festosa mi accoglie a Lugano in via Stefano Fransclni 11: ci sono bouquets, cesti di rose, piante fiorite. «Ieri era il mio compleanno mi dice subito la dottoressa Adriana Ramelli. «Tanti auguri!» e mi chiedo: «chissà quanti sono?» Ma poi mi dico: «perché mai dovrebbe contare I’anagrafe?»

Adriana Ramelli rompe subito gli schemi e dice: «Sono 81 e non mi par vero. E poiché mi fermo ad ammirare tra i quadri alle pareti uno splendido olio con garofani bianchi, mi precisa che l’autrice è sua madre, pittrice. Il ritratto è… avviato.

Andiamo con ordine: nata a Lugano-Paradiso, ma attinente di Grancia (tiene a ricordare che è di Grancia perché è la terra d’origine dell’abate Giuseppe Vanelli, il famoso «gazzettiere di Lugano» che ha pagato con la vita le sue idee per la libertà). Scuole primarie e ginnasiali all’Istituto S. Anna, Liceo cantonale, laurea in lettere antiche all’Università di Pavia nel 1932. Pratica alla Biblioteca Nazionale di Berna. Già dal 1931 alla Biblioteca Cantonale di Lugano, della quale è direttrice dal 1941. Una vita preziosa quindi, tutta al servizio della cultura e del Paese. Con rara capacità e modestia, ha studiato, ordinato, scritto e diretto la Biblioteca cantonale in anni difficili (non dimentichiamo l’epoca di profonde mutazioni che il Ticino conobbe negli anni tra le due guerre).

Il pensionamento non ha certo arrestato il suo ritmo di lavoro, anzi, proprio il primo giorno al beneficio della pensione – di sua spontanea volontà – si è buttata in una impresa bibliografica che doveva poi risultar e ben più gravosa di quanto non pensasse. (…)

Autore articolo: Nini Eckert-Moretti

Leggi l’articolo cliccando qua.

Vai al dossier “terzaetà” cliccando qua.

Vai al dossier LIBRI e ARTICOLI - Museo della Memoria cliccando qua.

Archivio Museo della Memoria: MDM0434

Foto

mdm.atte.ch/MDM0434-foto-1.jpg

adriana-ramelli_1971

mdm.atte.ch/MDM0434-foto-2.jpg

Adriana Ramelli e Francesco Chiesa – 1971

mdm.atte.ch/MDM0434-foto-3.jpg

adriana-ramelli_1971

mdm.atte.ch/MDM0434-foto-4.jpg

Ottant’anni e tanto progetti!

Devi essere registrato in per poter aggiungere un commento
Non ci sono ancora commenti!
20 giugno 2021
68 visualizzazioni
0 likes
0 preferiti
0 commenti
2 dossier
Già 1,063 documenti associati a 1940 - 1949

In questo documento:

Adriana Ramelli

Dossier:

La rete:
Sponsor:
8,456
2,482
© 2022 di FONSART. Tutti i diritti riservati. Sviluppato da High on Pixels.