Le informazioni di membri e visitatori sono analizzate in modo anonimo per fornire il miglior servizio possibile e rispondere a tutte le esigenze. Questo sito utilizza anche dei cookies, ad esempio per analizzare il traffico. Puoi specificare le condizioni di archiviazione e accesso ai cookies nel tuo browser. Per saperne di più.
È online la nuova piattaforma nazionale: historiaHelvetica.ch

La gestualità nel gioco del Tresette

7 novembre 1979
RSI Radiotelevisione svizzera di lingua italiana

Il linguista Ottavio Lurati è l’autore di questo servizio andato in onda il 7 novembre 1979 nel programma televisivo «Segni». Girato a Montagnola, è dedicato al gioco di carte del Tresette, il più antico del nostro Cantone: un gruppo di esperti giocatori anziani si diverte con questa attività ludica presso l’Osteria dell’Agustina, scambiandosi segni e gesti tipici.

Alle pagine 7-8 del settimanale «Teleradio» in edicola per la settimana dal 3 al 9 novembre 1979, lo stesso Ottavio Lurati presentava il servizio con queste parole:

L’uomo è irretito in un reticolo di segni: cinema, segnaletica stradale, pubblicità, lettering ecc. A questi si aggiunge il gesto, codice non verbale di grande importanza perché centrale nel quadro degli eventi comunicativi e nelle interazioni sociali faccia a faccia.
La tipologia della gestualità è complessa: va dal gesto magico-apotropaico (tipo il segnare del guaritore o l’uso dei giocatori di disco su ghiaccio di battere per scaramanzia con i bastoni i gambali al portiere) a quello di scherno (cf. il cippelimerli), va dal gesto giuridico (nel Medioevo il passaggio di proprietà di un terreno realizzato con il gesto della consegna di una zolla) a quello di richiesta (cf. l’autostoppista), va dal gesto con funzione sostitutiva di parola tabuizzata a quello, infine, di comunicazione, di trasmissione di un messaggio.
A quest’ultimo sottogruppo funzionale appartiene il complesso codice sviluppato dai giocatori di carte del tresette (gioco di origine napoletana riferibile al sec. 17”) cui è dedicato il servizio di mercoledì sera, 7 novembre. La gestualità nelle carte è qui documentata per la prima volta in area italiana (dove le ricerche di folclore hanno sempre trascurato il settore del gesto) attraverso queste riprese girate nel Canton Ticino nel giugno 1979.
A costo di incidere sulla qualità tecnica, si è voluto fare un documentario-inchiesta dal vivo: suono e immagine nascono insieme, sul posto, senza stesura successiva di testo o alcun altro intervento.
Il «tresette» con la sua ricca gamma terminologica (népula sücia, dilèta, spèll, ronfa, termine già attestato nel Quattrocento) è sempre più scalzato dalla «scopa» (penetrata da noi solo da circa un secolo) e, a parte qualche eccezione, è ormai gioco quasi solo degli anziani. Le riprese si prefiggevano di «documentarlo» prima che ne subentri il digradamento o la scomparsa.
Ottavio Lurati

Devi essere registrato in per poter aggiungere un commento
Non ci sono ancora commenti!
17 marzo 2022
329 visualizzazioni
0 likes
0 preferiti
0 commenti
0 dossier
00:24:40
Già 2,023 documenti associati a 1970 - 1979

Le nostre vite: un secolo di storia degli svizzeri attraverso le loro immagini

La rete:
Sponsor:
11,205
3,081
© 2024 di FONSART. Tutti i diritti riservati. Sviluppato da High on Pixels.