Le informazioni di membri e visitatori sono analizzate in modo anonimo per fornire il miglior servizio possibile e rispondere a tutte le esigenze. Questo sito utilizza anche dei cookies, ad esempio per analizzare il traffico. Puoi specificare le condizioni di archiviazione e accesso ai cookies nel tuo browser. Per saperne di più.

Ricordo di Plinio Romaneschi

dicembre, 1975
Redazione “Il Biaschese”
Atte-Museo della Memoria

Era nato nel 1890 a Pollegio. La famiglia si stabilì poi a Biasca dove frequentò le scuole elementari e maggiori, dimostrando una certa vivacità di spirito e una grande irrequietezza che lo spingeva a giochi pericolosi con grande coraggio, rasentando talvolta la temerarietà. Dopo aver lavorato per qualche tempo in un’officina meccanica si trasferì a Parigi, seguendo l’esempio di Filippo Dotti, coetaneo e amico di tutta una vita. In Francia apprese a destreggiarsi con aerei e paracadute, dando inizio ad una folgorante carriera che, con i suoi lanci dall’apparecchio e le esibizioni ardite e acrobatiche, lo resero celebre in diversi paese dell’Europa e negli Stati Uniti. Nell’archivio comunale di Biasca, Silvano De Antoni ha trovato diverse fotografie finora inedite che potrete ammirare all’interno dell’articolo.

Leggi l’articolo de “ Il Biaschese” cliccando qua.

Leggi alcuni articoli di stampa cliccando qua.

Leggi alcune lettere cliccando qua.

Vedi le foto cliccando qua.

Vedi il film di Aurelio Castagnoli “Le avventure aviatorie di Plinio Romaneschi” cliccando qua.

Vai al dossier “Plinio Romaneschi” cliccando qua.

Vai al dossier “Il Biaschese” cliccando qua.

Archivio Museo della Memoria: MDM0364

Devi essere registrato in per poter aggiungere un commento
Non ci sono ancora commenti!
7 marzo 2021
82 visualizzazioni
0 likes
0 preferiti
0 commenti
2 dossier
La rete:
Sponsor:
7,904
2,359
© 2022 di FONSART. Tutti i diritti riservati. Sviluppato da High on Pixels.