Le informazioni di membri e visitatori sono analizzate in modo anonimo per fornire il miglior servizio possibile e rispondere a tutte le esigenze. Questo sito utilizza anche dei cookies, ad esempio per analizzare il traffico. Puoi specificare le condizioni di archiviazione e accesso ai cookies nel tuo browser. Per saperne di più.

Le nostre origini raccontate da Raffaello Ceschi In evidenza

16 ottobre 1978
RSI Radiotelevisione svizzera di lingua italiana

La RSI ha recentemente portato a termine la digitalizzazione dell’intero ciclo di trasmissioni televisive che lo storico Raffaello Ceschi curò alla fine degli anni Settanta e al quale diede titolo «L’acqua passata».

Nato nel 1936 e morto nel 2013, «Raffaello Ceschi — ha scritto il suo allievo Marco Marcacci — era uno storico generalista e lieto di esserlo. Ha perlustrato con il passo sicuro e prudente del montanaro variegati territori del passato, districandosi con intuizione e tatto nel labirinto della storia. In oltre quarant’anni di ricerche e di pubblicazioni si è occupato di storia politica e di dati economici, di emigrazione e di dibattiti culturali; ha studiato i notabili e i ceti popolari, la storia materiale e quella intellettuale; ha dato spazio ai personaggi di spicco e a le loro opere e si è chinato sul destino di donne e uomini sconosciuti che hanno lasciato tracce soltanto per le avversità in cui sono incappati; si è cimentato con la medicina e con la sanità, con la pratica giudiziaria, con la politica scolastica e con quella stradale e ferroviaria; ha investigato, con spirito laico, le questioni confessionali e la vita religiosa, e si è concesso qualche incursione nella storia dell’arte.»

rsi.ch/srg/notrehistoire/momen...

Il ciclo di trasmissioni intitolato «L’acqua passata», di cui fu regista Mauro Regazzoni, andò in onda dal 16 ottobre all’11 dicembre 1978. Per quegli anni, fu una produzione molto impegnativa. Riprese televisive furono realizzate in tutto l’arco alpino, le ricerche d’archivio — anche allo scopo di trovare materiale iconografico di qualità e di sicura pertinenza storica — furono approfondite e vaste, e la stesura del testo (letto da Antonio Guido) raggiuse la chiarezza esemplare che la contraddistingue al termine di varie riscritture. È ancora Marcacci a scrivere che: «dalla sua attività divulgativa per la Televisione della Svizzera italiana, sono scaturiti due libri di valore e di successo Ottocento Ticinese (1986) e Contrade cisalpine (1987)».

Contrade cisalpine. Momenti di storia della Svizzera italiana dai tempi remoti al 1803, pubblicato da Dadò nel 1987, è la seconda edizione del libro intitolato Momenti di storia della Svizzera italiana dai tempi remoti al 1803 pubblicato nel 1980 e scritto sulla scorta del lavoro di ricerca compiuto per realizzare «L’acqua passata» della TSI. La più recente edizione del volume, che raccoglie gli stessi testi e che idealmente dobbiamo mettere accanto a questo ciclo di trasmissioni, s’intitola Le nostre origini. Le terre ticinesi dai tempi remoti alla fine del Settecento, anch’esso pubblicato da Dadò.

Il ciclo di trasmissioni che raccogliamo organicamente in questo dossier, proprio come l’opera pubblicata da Dadò, «ripercorre nelle grandi linee le vicende dei primi insediamenti umani che portarono alla progressiva occupazione del territorio, all’organizzazione della vita comunitaria, alle lotte per la sovranità, al confronto tra poteri laici ed ecclesiastici, fino alla conclusione del dominio svizzero e alla nascita del Cantone Ticino: il tutto sullo sfondo delle difficoltà e delle calamità che segnarono la storia delle popolazioni alpine. »

rsi.ch/srg/notrehistoire/acqua...

Nel dossier abbiamo pubblicato tutte le puntate, presentandole con i testi introduttivi scritti da Raffaello Ceschi, e aggiungendo in calce a tutte le puntate la lunga presentazione del ciclo che Ceschi scrisse per numero 80 del periodico «Scuola ticinese» del febbraio 1980, dove si preannunciava la presentazione del ciclo televisivo anche nel contesto di Telescuola.

Per praticità di consultazione, indichiamo qui l’elenco delle puntate:

L’acqua passata. 1 – Il mondo dei morti

L’acqua passata. 2 – La romanizzazione e la cristianizzazione

L’acqua passata. 3 – Guerrieri, monaci e contadini

L’acqua passata. 4 – Il biscione visconteo e il toro d’Uri

L’acqua passata. 5 – L’esilio dei Locarnesi

L’acqua passata. 6 – Il cardinale di ferro

L’acqua passata. 7 – I baliaggi ultramontani

L’acqua passata. 8 – L’emancipazione

rsi.ch/srg/notrehistoire/acqua...

Nel 1984 andò in onda «Ottocento ticinese», il secondo ciclo di trasmissioni storiche della TSI curato da Raffaello Ceschi, dopo «L’acqua passata» del 1978.

Devi essere registrato in per poter aggiungere un commento
Non ci sono ancora commenti!
16 marzo 2021
608 visualizzazioni
2 likes
1 preferito
0 commenti
1 dossier
La rete:
Sponsor:
7,435
2,196
© 2021 di FONSART. Tutti i diritti riservati. Sviluppato da High on Pixels.