Le informazioni di membri e visitatori sono analizzate in modo anonimo per fornire il miglior servizio possibile e rispondere a tutte le esigenze. Questo sito utilizza anche dei cookies, ad esempio per analizzare il traffico. Puoi specificare le condizioni di archiviazione e accesso ai cookies nel tuo browser. Per saperne di più.

Video 1/3 S.A.L.

2020
Mauro Regazzoni, Tiziano Klein
Atte-Museo della Memoria

I palloni di basket erano di cuoio, giocando all’esterno si deformavano, se pioveva si gonfiavano e a volte non passavano dal canestro.

Geo Balmelli scopre la pallacanestro grazie a un amico e comincia a giocare nel campo dove oggi c’è l’autosilo Balestra di Lugano. Entra nella SAL e gioca nel nuovo campo in piazzale Milano, oggi piazzale Paride Pelli.

Da junior passa a senior nel 1945 partecipando ai campionati ticinesi.

A quei tempi erano attive nella pallacanestro quattro o cinque aree della Svizzera e, le squadre vincenti il campionato di zona, partecipavano poi ai campionati nazionali che si svolgevano in pochi giorni… e con pochi soldi.

Tullio Bertoni (Lugano 30.10.1913 – Pazzallo 12.10.2011) è stato dal 1947 al 1956, come dice Geo, il “presidentissimo” della SAL-Pallacanestro e Luciano Aliverti uno dei primi e bravi arbitri volontari.

Geo mostra una foto dove tra i giocatori ci sono personalità diventate poi note: Ugo Sadis (1927-2017) Consigliere di stato dal 1971 al 1983. Franco (Pupo) Marazzi (1925-2014) reporter e regista, fra i fondatori e 1°direttore della TSI (Televisione Svizzera Italiana), oggi RSI. Romeo Zali, (1928-1985) giornalista e responsabile dei programmi televisivi regionali alla TSI, padre del Consigliere di Stato Claudio Zali, Carlo Lamprecht (1935) ingegnere e Consigliere di Stato ginevrino dal 1997 al 2005.

Quando giocava nella SAL il suo primo allenatore fu Egidio Ghirimoldi, nato a Milano nel 1904, un vero pioniere della pallacanestro in Italia e una gloria del basket milanese, fu seguito dal siciliano Vittorio Tracuzzi (1923-1986) pure lui cestista e allenatore del Varese. Geo Balmelli ritiene di dovere a lui il successo che ha ottenuto, infatti lo allenava anche in privato con la sua esigenza e severità paterna. Gli regala un pallone invitandolo a percorrere, palleggiando soprattutto con la sinistra e tenendo la destra dietro la schiena, il lungo fiume Cassarate, destando non poca sorpresa dei passanti. Un bel giorno gli dice “ti porto a Varese” e così Geo trascorre nella Pallacanestro Varese il periodo più soddisfacente della sua carriera sportiva, come unico cestista svizzero a giocare in Italia. Nel biennio 1951-1952 l’americano James Larry Strong (1918-2007) diventa allenatore della Nazionale di pallacanestro svizzera portando la squadra alle Olimpiadi di Helsinki.

Si è dedicato alla Pallacanestro durante circa 25 anni.

I campi da gioco della SAL/Pallacanestro a Lugano:

Piazzale del Liceo

Piazzale via Serafino Balestra (ex Gasometro), oggi Autosilo Balestra

Piazzale Milano, oggi piazzale Paride Pelli

Uno sport, quale? Pallacanestro - lanostraStoria.ch

[Coppa Svizzera 1958. Intervista Sergio Dell’Acqua - lanostraStoria.ch](<Coppa Svizzera 1958. Intervista Sergio Dell’Acqua - lanostraStoria.ch>)

SAL | lugano.ch

Federale Lugano - Wikipedia

Vai al dossier Intervista a Geo Balmelli – il primo cestista ticinese con la maglia rossocrociata cliccando qua.

Archivio Museo della Memoria: MDM0592

Devi essere registrato in per poter aggiungere un commento
Non ci sono ancora commenti!
9 febbraio 2022
136 visualizzazioni
0 likes
0 preferiti
0 commenti
1 dossier
00:10:37
La rete:
Sponsor:
9,231
2,629
© 2022 di FONSART. Tutti i diritti riservati. Sviluppato da High on Pixels.