Le informazioni di membri e visitatori sono analizzate in modo anonimo per fornire il miglior servizio possibile e rispondere a tutte le esigenze. Questo sito utilizza anche dei cookies, ad esempio per analizzare il traffico. Puoi specificare le condizioni di archiviazione e accesso ai cookies nel tuo browser. Per saperne di più.

I collegamenti aerei: una porta aperta sul mondo - Locarno

8 luglio 1979
RSI Radiotelevisione svizzera di lingua italiana

L'attività aviatoria, essenzialmente a scopo sportivo ed acrobatico, inizia in Ticino già nei primi decenni del XX secolo. Nel corso degli anni trenta si afferma l'aeroporto cantonale di Locarno-Magadino, che ottiene alcuni voli di linea internazionali, subito interrotti dallo scoppio della guerra.

L'importanza turistica e commerciale dei collegamenti aerei cresce nei decenni di forte espansione economica del secondo dopoguerra. Come il forte incremento del traffico stradale, anche l'intensificarsi dei voli provoca disagi ambientali e suscita resistenze e proteste, motivate soprattutto dalla volontà di limitare l'inquinamento fonico. A ciò va attribuito in gran parte il rifiuto popolare del progetto d'ampliamento dell'aeroporto cantonale di Magadino (1969), che favorirà lo scalo di Lugano-Agno, dove l'attività aviatoria, pure iniziata negli anni trenta, era stata rilanciata a scopo soprattutto turistico alla fine degli anni cinquanta, su iniziativa della città di Lugano. L'affermarsi di Lugano quale terza piazza finanziaria elvetica, evidenzia la necessità di sviluppare i collegamenti aerei. Con l'inaugurazione dei voli di linea, Lugano-Agno entra dal 1980 nella rete internazionale dei trasporti aerei, e lo scalo luganese conosce un lungo periodo d'espansione, fino alla grave crisi che dal 2001 ha colpito l'aviazione commerciale. Magadino ha invece indirizzato la sua attività verso il settore turistico-sportivo e l'uso dell'aereo quale mezzo di trasporto privato.

Indicizzazione delle sequenze:

2'28''-7'40'' Il tempo dei pionieri

8'14''-10'26'' La guerra e l'attività militare

11'24''-18'24'' Lo sviluppo dell'aviazione civile a Locarno-Magadino

18'25''-27'24'' Dall'istruzione militare al "mulo moderno"

29'30''-32'57'' Aviazione e decollo economico del Ticino

Questo servizio. intitolato "L'aeroporto di Locarno festeggia i 40 anni" andò in onda l'8 luglio 1979 nella trasmissione "Argomenti". Si tratta di una sintetica storia dell'aeroporto di Locarno (usualmente denominato "di Magadino") in occasione del suo 40.mo anniversario di esistenza, con il supporto per quanto riguarda gli albori dei ricordi e degli aneddoti di persone che parteciparono alla sua realizzazione ed ai suoi primi anni di vita. Inaugurato ufficialmente il 24 giugno del 1939, l'aeroporto potè vantare nel 1940 prima dell'aggravarsi degli eventi bellici di due collegamenti Swissair con Roma e Barcellona, poi soppressi. La votazione popolare cantonale del 1969, che ne bloccò l'ampliamento e l'ammodernamento, ha fatto dell'aeroporto di Locarno-Magadino una struttura preziosa per l'aviazione militare, le associazioni di aviazione sportiva e di paracadutismo, come pure per le compagnie private di elitrasporto. Gli intervistati sono: B. Brunoni: arch, ex vice pres Aero Club Svizzero di Locarno-Magadino; L. Turba: ex membro Gruppo Volo a Vela Ticino, ex funzionario DAM; O. Carmine: membro onorario Aero Club Svizzero di Locarno-Magadino, ex pilota istruttore e collaboratore di I. Marazza; F. Gamma: ex funzionario DAM; A. Lucchini: funzionario DAM; I. Marazza: ing (1908-1970), pioniere dell'aviazione in Ticino e dir Aeroporto di Locarno-Magadino; M. Marazza: figlio di Italo; A. Rima: ing, autore progetto aeroporto cantonale di Locarno bocciato in votazione popolare nel 1969; R. Salzborn: pilota istruttore militare; U. SADIS: Consigliere di Stato; A. Helbling: capogruppo Aeromodellisti, Locarno-Magadino; E. Rezzonico: presidente dell'Aero Club Svizzero, Locarno-Magadino

Devi essere registrato in per poter aggiungere un commento
Non ci sono ancora commenti!
La rete:
Sponsor:
3,877
1,606
© 2019 di FONSART. Tutti i diritti riservati. Sviluppato da High on Pixels.