Le informazioni di membri e visitatori sono analizzate in modo anonimo per fornire il miglior servizio possibile e rispondere a tutte le esigenze. Questo sito utilizza anche dei cookies, ad esempio per analizzare il traffico. Puoi specificare le condizioni di archiviazione e accesso ai cookies nel tuo browser. Per saperne di più.
È online la nuova piattaforma nazionale: historiaHelvetica.ch
In evidenza
Il palio di Castagnola e delle contrade di Ruvigliana, Cortivo e Cassarate e altro!

Il palio di Castagnola e delle contrade di Ruvigliana, Cortivo e Cassarate e altro!

17 maggio 1958
Alberto Gadoni

Il testo riportato nella Voce di Castagnola ;

Il Palio di Castagnola era una gara popolare pluridisciplinare, amatoriale e sportiva tra i vari quartieri (frazioni) negli anni 50-60 dell'allora comune di Castagnola, oggi parte della grande Lugano.

Le squadre erano composte da 6 atleti (frazionisti) scelti tra i migliori giovani nelle varie discipline, corse a piedi, rematori e ciclisti, atleti che si dovevano contendere l’ambito trofeo annuale.

La partenza veniva data al di la del lago in località di Caprino (chiesetta di Fatima) e il primo frazionista scendeva a rompicollo fino al lago raggiungendo la riva di San Rocco, qui passava il testimone al rematore che, con una barca tradizionale a remi, attraversava il lago per poi approdare alla rivetta dei Cortivo dove il terzo atleta, un podista, lo aspettava per poi affrontare la lunga e massacrante scalinata che, attraversando il nucleo, passava dalla casa comunale di Castagnola, fino alla strada di Gandria, qui davanti alla Locanda, lo attendeva il ciclista che con robuste pedalate saliva fino alla frazione di Ruvigliana, il testimone passava al quinto frazionista che doveva affrontare la lunga discesa, passando attraverso i sentieri nella zona del parco di San Michele fino al punto di incontro con l’ultimo frazionista (un velocista) che lo aspettava in via Pico a Cassarate nei pressi della funicolare e dell’allora albergo Diana, e lo “sprint” finale per raggiungere il traguardo posto davanti all’edificio scolastico di Cassarate.

La rivalità tra le frazioni, Cassarate , Castagnola, Cortivo e Ruvigliana, sempre con "fair play", era molto sentita tra i giovani i quali aspettavano ogni anno con ansia il giorno di potersi confrontare e aggiudicarsi la vittoria finale.

Peccato che questa bella tradizione sia andata persa, alcuni anni dopo si era tentato con Lugano altri percorsi, senza successo.

Nella foto vediamo: In alto da sinistra; Rezzonico (bidello di Ruvigliana) ? , Fernando Gilardi ex direttore della scuole comunali, Celestino Capoferri, "Popi" Paltenghi, Sergio Taddei, D. Cattaneo, Gianni Koffel, (figarò di Castagnola) , Claudio Gadoni e Giovanni “Mani” Rezzonico, precocemente scomparso; a sinistra in mezzo, ? Paltenghi e “Arnoldo Rezzonico, e in basso da sinistra accovacciati: Alberto Gadoni, Franco (Bol) Micheli, Rodolfo Rezzonico, Fumasoli e Dante Gilardi, il biondino ?.

Ben vengano altre informazioni sulle manifestazioni sportive e culturali che le Pro Castagnola organizzava ogni anno nel comune. Per esempio le partite di calcio tra il monte e il piano ( con una vera rivalità) o le opere/operette che si svolgevano in piazza del Municipio a cura e sotto la direzione del prof. Giuseppe Scanniello (1919-1965) e con notevole successo di partecipazione, per. es. la Cavalleria Rusticana, il Barbiere di Siviglia ecc. e dove la popolazione partecipava con entusiasmo fino a colmare la piazza Carlo Cattaneo e, anziani e giovani venivano invitati a partecipare attivamente alla rappresentazione in qualità di "comparse" ....altri tempi !

Devi essere registrato in per poter aggiungere un commento
  • Claudio Abächerli

    Il fotografo è (credo Willi) Hürlimann, collega e amico di mio padre, che dopo la costruzione ebbe il suo negozio nella casa Torre (progettata dall'architetto Rino Tami, nel 1957) col nome di "Foto Torre" .

  • Alberto Gadoni

    Le precisazioni esposte circa il nome del fotografo e dello studio Fototorre sono puntuali facendo presente che il sig. Willi Hürlimann era persona capace e gentilissima e per tutti noi della collina un riferimento professionale.

Alberto Gadoni
92 contributi
18 marzo 2023
71 visualizzazioni
1 like
0 preferiti
2 commenti
0 dossier
Già 1,439 documenti associati a 1950 - 1959

Le nostre vite: un secolo di storia degli svizzeri attraverso le loro immagini

La rete:
Sponsor:
10,740
2,982
© 2024 di FONSART. Tutti i diritti riservati. Sviluppato da High on Pixels.