Le informazioni di membri e visitatori sono analizzate in modo anonimo per fornire il miglior servizio possibile e rispondere a tutte le esigenze. Questo sito utilizza anche dei cookies, ad esempio per analizzare il traffico. Puoi specificare le condizioni di archiviazione e accesso ai cookies nel tuo browser. Per saperne di più.

Eros Bellinelli intervista lo scultore Vittorio Tavernari

30 dicembre 1963
RSI Radiotelevisione svizzera di lingua italiana

Il 30 dicembre 1963, il programma televisivo Meridiana mandò in onda questa intervista di Eros Bellinelli allo scultore italiano Vittorio Tavernari. In quei giorni, l’artista stava esponendo a Lugano, presso la Galleria Nord-Sud.

Vittorio Tavernari nacque a Milano nel 1919. Amico di Morlotti, divisero un piccolo studio a Como, frequentando il gruppo degli “Astrattisti”. Nel 1945 fu fra gli artisti e critici fondatori della rivista “Numero” nonché dei fondatori del manifesto “Oltre Guernica”. Le prime mostre personali furono a Milano alla Galleria del Camino (1948) e alla Galleria del Milione (1951) dove presentò le sue prime opere figurative. Dopo il periodo astratto (1948 – 1952), riprese a scolpire le “Maternità” cui si aggiunsero le “Pietà” e il ciclo delle sculture filiformi. Nel 1959 cominciò il ciclo dei “Torsi” che ebbero per tema la figura femminile e nel 1962 i “Torsi di Cristo”. Nel 1961 la prima personale a Parigi. Nel 1964, dopo altre partecipazioni, ha una sala personale alla XXXII Biennale di Venezia, mentre nel 1967 Carlo Ludovico Ragghianti schedò la produzione grafica costituita di 750 tra disegni, tempere, schizzi. Nel 1968 iniziò il ciclo dei “Cieli” e l’anno successivo quello degli “Amanti”. Nel 1973 la prestigiosa antologica al Museo Rodin di Parigi e, negli anni successivi, altre personali a Varese, Rimini, Prato, Chiasso, Torino, Lucca al Centro Ragghianti. Numerose le partecipazioni a mostre collettive in tutta Europa e in molti paesi extraeuropei. Le sue sculture sono presenti in importanti musei in Italia (Milano, Bologna, Roma, Palermo, Matera, Città del Vaticano) e all’estero (San Paolo del Brasile, New York, Bellinzona). Tavernari morì Varese nel 1987.

Devi essere registrato in per poter aggiungere un commento
Non ci sono ancora commenti!
18 novembre 2020
3 visualizzazioni
0 likes
0 preferiti
0 commenti
0 dossier
00:12:21
Già 1,364 documenti associati a 1960 - 1969
La rete:
Sponsor:
5,856
1,954
© 2020 di FONSART. Tutti i diritti riservati. Sviluppato da High on Pixels.