Le informazioni di membri e visitatori sono analizzate in modo anonimo per fornire il miglior servizio possibile e rispondere a tutte le esigenze. Questo sito utilizza anche dei cookies, ad esempio per analizzare il traffico. Puoi specificare le condizioni di archiviazione e accesso ai cookies nel tuo browser. Per saperne di più.

Anarchici tra situazionismo e comunismo

12 settembre 1968
RSI Radiotelevisione svizzera di lingua italiana

Nel corso del 1968, la TSI trasmetteva un programma televisivo intitolato «Realtà 68». Si potrebbe presupporre fosse in qualche modo dedicato a quanto stava avvenendo in quell'anno che impresse una brusca accelerazione ai cambiamenti sociali già in corso in tutte le società occidentali, tuttavia, esaminando gli argomenti (che vanno da Claudio Villa al Vietnam), l'eterogeneità era tale, che non è possibile immaginare la presenza di un piano editoriale che non fosse l'attenzione per un'attualità limitata a quella documentabile con i ridotti mezzi disponibili. Ciò nondimeno, alcune puntate della trasmissione hanno una forte pertinenza con il Sessantotto.

Questo servizio di Leandro Manfrini, andato in onda il 12 settembre 1968, fu realizzato a Carrara, durante il congresso internazionale delle federazioni anarchiche. Vi partecipato un centinaio di delegati provenienti da ventisette paesi, e nell'occasione venne fondata l'Internazionale delle Federazioni Anarchiche (IFA). L'assemblea fu caratterizzata da un distacco generazionale tra gli anziani promotori di una strategia di dissociazione dai comunisti e i giovani favorevoli ad una lotta di piazza assieme coi comunisti.

L'interesse del documento, oltreché dar conto del modo in cui la TSI stava mostrando i rivolgimenti politici in corso, è nel fatto che fa toccar con mano un dibattito, tutto interno al Sessantotto, che vedeva contrapposti, da un canto anarchici e situazionisti, e dall'altro canto i militanti comunisti; spontaneità e organizzazione; individualismo e subordinazione ad un progetto per una «società futura».

Nel video, tra intervistati e oratori, si riconoscono Mario Mantovani, della Federazione Anarchica Italiana (FAI); Antonio Cardella, anch'egli anarchico Federazione Anarchica Italiana (FAI); Ilario Margarita, anarchico; Domingo Rojas, anarchico cubano; Daniel Cohn-Bendit, anarchico francese; Alfonso Failla, anarchico della Federazione Anarchica Italiana (FAI); Jacques Lebel Jean, artista e anarchico francese.

Devi essere registrato in per poter aggiungere un commento
Non ci sono ancora commenti!
10 aprile 2018
585 visualizzazioni
0 likes
0 preferiti
0 commenti
1 dossier
00:28:01
Già 1,152 documenti associati a 1960 - 1969

Dossier:

La rete:
Sponsor:
5,263
1,863
© 2020 di FONSART. Tutti i diritti riservati. Sviluppato da High on Pixels.