Le informazioni di membri e visitatori sono analizzate in modo anonimo per fornire il miglior servizio possibile e rispondere a tutte le esigenze. Questo sito utilizza anche dei cookies, ad esempio per analizzare il traffico. Puoi specificare le condizioni di archiviazione e accesso ai cookies nel tuo browser. Per saperne di più.
È online la nuova piattaforma nazionale: historiaHelvetica.ch
In evidenza

In lotta per l’abolizione del controllo assenze

22 marzo 1974
RSI Radiotelevisione svizzera di lingua italiana

Il 23 marzo 1974, il quotidiano «Giornale del Popolo» dedicava la sua quinta pagina pressoché interamente alla contestazione in corso al Liceo di Lugano. Il riquadro introduttivo, firmato da Giuseppe Zois, cominciava con questo paragrafo:

Certa contestazione studentesca rifiuta la figura dell’insegnante come quella di un uomo che ne sa qualcosa di più dei suoi allievi e quindi ha qualcosa da insegnare ed è giudice di quanto i giovani hanno appreso dalla scuola per la loro formazione professionale e, prima ancora, di uomini. La cattedra non basta più abbassarla ragionevolmente, non basta più chiederle giustamente che non sia soltanto nozionistica, alla maniera di «Rischiatutto»; essa deve praticamente scomparire Punto e basta. E, con il trascorrere del tempo, dovranno scomparire pure del tutto esami, compiti, voti, diplomi.

Questo servizio andò in onda il 22 marzo 1974 nel programma televisivo «Il Regionale». Documenta la riunione generale degli studenti nell’Aula Magna del liceo per chiedere alla direzione l’abolizione di qualsiasi sistema di controllo delle assenze, così come richiesto dalla petizione avanzata dal Movimento Studentesco.

Devi essere registrato in per poter aggiungere un commento
Non ci sono ancora commenti!
4 aprile 2024
197 visualizzazioni
0 likes
0 preferiti
0 commenti
1 dossier
00:01:34

Le nostre vite: un secolo di storia degli svizzeri attraverso le loro immagini

La rete:
Sponsor:
11,030
3,056
© 2024 di FONSART. Tutti i diritti riservati. Sviluppato da High on Pixels.