Le informazioni di membri e visitatori sono analizzate in modo anonimo per fornire il miglior servizio possibile e rispondere a tutte le esigenze. Questo sito utilizza anche dei cookies, ad esempio per analizzare il traffico. Puoi specificare le condizioni di archiviazione e accesso ai cookies nel tuo browser. Per saperne di più.
È online la nuova piattaforma nazionale: historiaHelvetica.ch

La flora del Canton Ticino: il bosco pedemontano

10 aprile 1978
RSI Radiotelevisione svizzera di lingua italiana

Il substrato differente in punti diversi del Cantone, determina le diverse caratteristiche del nostro terreno. Girato in vari luoghi del Canton Ticino, questo servizio curato da Ivan Paganetti con la consulenza scientifica di Carlo Franscella andò in onda il 10 aprile 1978, nel programma televisivo «Telescuola». Si trattava della terza puntata della serie di dieci dedicata alla flora del Canton Ticino: «Accenni sulla flora del Canton Ticino: Il bosco pedemontano».

A pagina 4 del settimanale «Teleradio7» in edicola per la settimana dall’8 al 14 aprile 1978 si leggeva la presentazione del servizio:

Il ricoprimento vegetativo è caratterizzato da piante con foglie caduche, le latifoglie termofile a riposo invernale, nella regione pedemontana o collinare che dalle zone più basse si estende fin verso gli 800 metri sul mare. Il substrato differente determina le caratteristiche del terreno e le piante che vi crescono. Così nelle zone con substrato calcareo, come sul San Giorgio, troviamo per esempio il carpinello, pianta dominante, a cui s’attorciglia la vitalba, il carpino bianco, l’agrifoglio, la coronilla, l’asaro, il ciclamino. Nelle zone con substrato acido, come nel bosco di Losone, oltre la quercia e il castagno, dominanti, troviamo la ginestra, il brugo, il mirtillo nero. Particolare rilievo viene dato al castagno, una volta coltivato quale albero da frutto, lasciato crescere in selve secolari, o quale albero da paleria, perciò coltivato a palina, costituente il bosco ceduo, oppure tagliato a capitozzo. Viene messa in evidenza la necessità di conservare il bosco, tra le cui funzioni c’è quella di offrire un ambiente di distensione facilmente accessibile agli abitanti dei centri costretti a starsene in luoghi di lavoro e di vita quotidiani lontani dalla natura, distensione necessaria per la loro salute psico-fisica.

Devi essere registrato in per poter aggiungere un commento
Non ci sono ancora commenti!
9 giugno 2022
81 visualizzazioni
0 likes
0 preferiti
0 commenti
0 dossier
00:25:38
Già 1,994 documenti associati a 1970 - 1979

Le nostre vite: un secolo di storia degli svizzeri attraverso le loro immagini

La rete:
Sponsor:
10,973
3,051
© 2024 di FONSART. Tutti i diritti riservati. Sviluppato da High on Pixels.