Le informazioni di membri e visitatori sono analizzate in modo anonimo per fornire il miglior servizio possibile e rispondere a tutte le esigenze. Questo sito utilizza anche dei cookies, ad esempio per analizzare il traffico. Puoi specificare le condizioni di archiviazione e accesso ai cookies nel tuo browser. Per saperne di più.

La figura ambigua della donna moderna

11 ottobre 1969
RSI Radiotelevisione svizzera di lingua italiana

Dopo la seconda guerra mondiale si assiste ad un mutamento di mentalità che sotto l'azione della modernizzazione socioeconomica investe anche il mondo femminile. All'inizio degli anni sessanta non sono ancora riscontrabili le rivendicazioni più radicali del femminismo, ma le giovani donne desiderano un approccio più moderno alle questioni che riguardano il loro ruolo, le loro incombenze e le loro esigenze. Sempre più donne lavorano, per scelta o per necessità, e non vogliono più confinarsi nei ruoli tradizionali. Sotto la spinta dei modelli sociali, degli stili di vita e delle fogge vestimentarie proposte dalla pubblicità e dai mezzi di comunicazione di massa, nasce la figura ambigua della donna moderna, in parte emancipata, in parte trasformata in oggetto dalla logica del consumismo, che promuove l'immagine della moglie, madre e casalinga curata e competente.

Indicizzazione delle sequenze:

0'01''-7'23'' La libertà al femminile: conquiste ed illusioni

7'24-12'39'' Conciliare il lavoro e la famiglia

12'28''-18'45'' Discriminazioni e disparità sul mercato del lavoro

18'10''-23'08'' Che cosa s'intende per emancipazione?

Questo servizio televisivo di Giorgio Pellegrini, intitolato "Emancipata 70", andò in onda l'11 ottobre 1969.

Devi essere registrato in per poter aggiungere un commento
Non ci sono ancora commenti!
16 febbraio 2017
823 visualizzazioni
0 likes
0 preferiti
0 commenti
4 dossier
00:25:05
La rete:
Sponsor:
9,014
2,579
© 2022 di FONSART. Tutti i diritti riservati. Sviluppato da High on Pixels.