Le informazioni di membri e visitatori sono analizzate in modo anonimo per fornire il miglior servizio possibile e rispondere a tutte le esigenze. Questo sito utilizza anche dei cookies, ad esempio per analizzare il traffico. Puoi specificare le condizioni di archiviazione e accesso ai cookies nel tuo browser. Per saperne di più.

Video 5/6 – Intervistiamo maestre e sindaci

2015
Atte-Museo della Memoria

I bambini si sono preparati per conoscere il cambiamento della scuola ponendo domande a due maestre in pensione che hanno insegnato a Cadro: Donatella Sulmoni-Visani, Silvia Frigerio-Merenda e la loro maestra, Mara Garganigo-Zocchi. Ne risultano i vari cambiamenti e l’evoluzione riguardante i documenti per i lavori in classe: dalla stampa con la ciclostile, all’arrivo della prima fotocopiatrice fino al computer. Una volta, la maestra delle scuole elementari insegnava alla propria classe tutte le materie, musica e ginnastica comprese, oggi ci sono insegnanti diversi per le varie materie. Anche il rapporto con i genitori si è modificato rispetto agli anni precedenti, in cui avevano maggiore considerazione per gli insegnanti. Per ciò che riguarda la possibilità di formazione è sicuramente migliorata.

Segue l’incontro con tre ex sindaci e una ex collaboratrice: Franco Bulani, (1925-2017) eletto nel 1964, Irma Zocchi aiuto segretaria comunale durante la sindacatura del fu sindaco Virgilio Giovannoni, eletto nel 1972, Antonio Rossini, eletto nel 1976, Fabrizio Beretti, eletto nel 2001 e Marco Borradori, sindaco dopo l’aggregazione con Lugano dal 2013.

I temi toccati sono l’aumento della popolazione durante i diversi sindacati, i progetti quali l’acquisto dei terreni per la nuova scuola a CHF 27.00 al metro e il rifacimento delle canalizzazioni e dell’acquedotto pagati con un prestito avuto da un’assicurazione. La costruzione del nuovo asilo (scuola dell’infanzia) è avvenuta più tardi. Pochi sono i rimpianti perché si trattava anche di passione per la propria missione, sia quando il paese era piccolo e tutti si conoscevano, sia più avanti nel tempo per l’impegno di realizzare nuovi progetti.

Concludono le tre generazioni a confronto: nonna Alfredina, mamma Simona e la piccola Emma che si esprimono sull’aumento degli abitanti, sulla differenza del riscaldamento e dei bagni in casa, e sui giochi.

Torna al dossier Cadro raccontata cliccando qua.

Archivio Museo della Memoria: MDM0094

Devi essere registrato in per poter aggiungere un commento
Non ci sono ancora commenti!
14 maggio 2021
78 visualizzazioni
0 likes
0 preferiti
0 commenti
1 dossier
00:29:59
Già 2,036 documenti associati a 1960 - 1969

Dossier:

La rete:
Sponsor:
8,492
2,484
© 2022 di FONSART. Tutti i diritti riservati. Sviluppato da High on Pixels.