Le informazioni di membri e visitatori sono analizzate in modo anonimo per fornire il miglior servizio possibile e rispondere a tutte le esigenze. Questo sito utilizza anche dei cookies, ad esempio per analizzare il traffico. Puoi specificare le condizioni di archiviazione e accesso ai cookies nel tuo browser. Per saperne di più.
È online la nuova piattaforma nazionale: historiaHelvetica.ch
Meridiana in Valle Bavona

Meridiana in Valle Bavona

1930
Rolando Dadò

Nella frazione della Mondada (Valle Bavona) si può ammirare questa bella meridiana, con gnonome assai artistico, perfettamente funzionante costruita sull'angolo di un casa bavonese tipica. Realizzata da Antonio Felice Dadò attorno agli anni trenta serviva quale orologio per tutta la comunità, infatti pochi fortunati possedevano un orologio (a cipolla con catenella) e i contadini si limitavano a seguire lo scorrere del tempo dettato dalle necessità poste dagli animali accuditi. La poca esposizione al sole del luogo limita l'orario della meridiana dalle ore 8 alle ore 16 pomeridiane e porta la dicitura in latino: LAUDATE DOMINUM SOL (ringraziate, lodate il (signor) sole).

Devi essere registrato in per poter aggiungere un commento
  • Claudio Abächerli

    La meridiana segna l'ora vera solare locale e per quanto ne so dovrebbe essere orientata direttamente a sud, il chè spiega il fatto che non è costruita parallela al muro. Ho però i miei dubbi sul fatto che sia perfettamente funzionante, in quanto lo stilo (o gnomone) è orizzontale in questa foto, ma non lo era in passato. Nella foto apparsa in "Meridiane in Valmaggia, Cevio 1988" e in quella di Roberto Pellegrini apparsa su "Guida al museo di Valmaggia" (1994 o prima) lo stilo è inclinato. E dobrebbe anche esserlo, in quanto esso è ancorato al punto di convergenza delle linee orarie, il chè indica che deve trattarsi di uno stilo polare (allineato con l'asse terrestre) e dovrebbe avere un angolo col muro di (90°-latitudine) ovvero di circa 44 gradi. Inoltre con stilo orizzontale la lettura si farebbe solo alla punta dell'ombra, in quanto tutta l'ombra dello stilo non è allineata con le linee orarie, specie il mattino e nel pomeriggio. Ha data ed ora di quando è stata scattata questa foto? (se fatta col telefonino o apparecchio digitale l'informazione viene registrata automaticamente con la foto nel file exif) in quel caso posso calcolare se la meridiana segna l'ora giusta o no. In ogni caso anche con lo stilo orizzontale, il mezzogiorno locale è sempre giusto.

    • Rolando Dadò

      Salve! Ho fatto la foto con il telefonino. Grazie per le precise indicazioni tecniche. Ho ricontrollato e posso confermare che lo gnomone o stilo è inclinato rispetto al piano della meridiana. L’inclinazione è inferiore a 45 gradi. Proverò nei prossimi giorni a controllare “l’esattezza” dell’ora solare. La meridiana è altresì rivolta a sud. Non sono in grado dì controllare l’ora giusta tramite il file exif. Vedrò di approfondire in proposito. La mia espressione “perfettamente funzionante” fa riferimento comunque all’osservazione visiva senza pretendere una conferma tecnica. Credo, senza nulla togliere alla ricerca seria, che di fondo lo scopo dell’orologio solare sia stato quello di dare un’indicazione temporale verosimile, per l’uso al quale era stato pensato. Saluti. R.

    • Claudio Abächerli

      Se fai scorrere la foto sul telefonino verso l'alto (almeno con android) appare il mone dell'immagine che corrisponde data ed ora, p.es. 20220312_135445 Se l'hai sacaricata sul PC, dovresti vedere direttamente il nome del file in questo formato, altrimenti clicca sull'immagine col tasto destro e vai su "Proprietà" tutto in basso, e appare il contenuto del file exif, con data e ora della ripresa. Può darsi che 'inclinazione dello stilo vi sia, ma dalla tua foto mi sembra molto inferiore a quella che si vedeva 30-40 anni fa , come vedi in questa foto di Roberto Pellegrini (attenzione: (c) ) lanostrastoria.imgix.net/photo...

  • Daniel Roth

    Questa meridiana è inventariata nell'elenco delle meridiane fisse della Società cronometrica tedesca (Fachkreis Sonnenuhren) con il numero DGC 2218.

    • Claudio Abächerli

      Lo so caro Daniel, peccato però che l'inventario non è accessibile al pubblico e quindi di scarsa utilità generale....

    • Daniel Roth

      Lo stato delle indagini sulle meridiane della Svizzera è stato pubblicato in forma di libro nel 1994: Titolo: Sonnenuhren - Deutschland und Schweiz Autori: Philipp, Hugo; Roth, Daniel; Bachmann, Willy Editore: Deutsche Gesellschaft für Chronometrie e.V. ISBN: 9783923422128 L'oggetto con il n. DGC 2218 è incluso. È prevista una nuova edizione dell'archivio, ora notevolmente ampliato.

Rolando Dadò
214 contributi
20 marzo 2022
105 visualizzazioni
1 like
0 preferiti
6 commenti
1 dossier

Le nostre vite: un secolo di storia degli svizzeri attraverso le loro immagini

La rete:
Sponsor:
11,215
3,083
© 2024 di FONSART. Tutti i diritti riservati. Sviluppato da High on Pixels.