Le informazioni di membri e visitatori sono analizzate in modo anonimo per fornire il miglior servizio possibile e rispondere a tutte le esigenze. Questo sito utilizza anche dei cookies, ad esempio per analizzare il traffico. Puoi specificare le condizioni di archiviazione e accesso ai cookies nel tuo browser. Per saperne di più.

Proverbi legati al trascorrere dei mesi dell’anno - MARZO

marzo, 1984
Michele Giovanettina
Il Biaschese

II primo di marzo il contadino deve allestir l’aratro - Marzo è matto, marzo non ha un dì come l’altro - Di marzo è bene farsi cavar sangue, purgarsi e bagnarsi - Alle piogge di marzo sogliono tener dietro estati asciutte - Marzo fiorito ed estate senza rugiada dissecano i campi - «Cacciamo la Morte, benvenuta la primavera ed i suoi germogli. .. » così cantavano gli antichi e forse qualcuno fra le campagne ancora ripete.

mdm.atte.ch/MDM0583-foto-03-2....

Fin dai tempi antichi, questa fascia è stata divisa in 12 zone uguali di 30 gradi ciascuna e che rappresenta i 12 segni zodiacali.

Incisione su legno di Albrecht Diirer (Londra, British Museum, Gabinetto delle stampe). Raffigura l’emisfero settentrionale della sfera celeste, con quattro famosi astrologi agli angoli (Arato, della Cilicia, l’egiziano Tolomeo, il romano Marco Manilio e l’arabo Azoti).

mdm.atte.ch/MDM0583-foto-03-1....

Osservando la natura nelle sue varie componenti cercheremo di capire come attraverso la natura è possibile capire la vita e l’uomo. Dal periodo di gennaio, lentamente il Sole comincia a crescere: abbiamo avuto la notte più lunga il 21 dicembre e da lì in poi i giorni cominciano ad allungarsi.

Ciò che nel mondo del visibile avviene durante questo periodo lo vediamo in una natura ferma nella sua crescita, statica, morta.

Nella suddivisione del tempo l’uomo dell’antichità si servì dapprima molto probabilmente dei fenomeni astronomici e primi fra tutti il ripetersi delle fasi lunari, la cui osservazione portò alla nozione di mese. Osservando il corso della natura durante un anno spicca la presenza di certi tipi di influenze chiamate astrali, zodiacali od altro che danno poi origine a proverbi come “Gennaio secco , villan ricco” “Pioggia di febbraio, riempie il granaio” “Luna ciara d’aprile, guai ai germogli” ecc.

Leggi l’articolo cliccando qua

Vai al dossier “Il Biaschese” cliccando qua.

Vai al dossier LIBRI e ARTICOLI - Museo della Memoria cliccando qua.

Archivio Museo della Memoria: MDM0583

Devi essere registrato in per poter aggiungere un commento
Non ci sono ancora commenti!
1 marzo 2022
116 visualizzazioni
0 likes
0 preferiti
0 commenti
2 dossier
La rete:
Sponsor:
9,180
2,612
© 2022 di FONSART. Tutti i diritti riservati. Sviluppato da High on Pixels.