Le informazioni di membri e visitatori sono analizzate in modo anonimo per fornire il miglior servizio possibile e rispondere a tutte le esigenze. Questo sito utilizza anche dei cookies, ad esempio per analizzare il traffico. Puoi specificare le condizioni di archiviazione e accesso ai cookies nel tuo browser. Per saperne di più.
Barca ad arcioni in controluce sul Ceresio

Barca ad arcioni in controluce sul Ceresio

Luigi Abächerli, Lugano
Claudio Abächerli

Fino negli anni immediatamente successivi al secondo conflitto mondiale erano frequent sul Ceresio, ma anche sul Lario, le barche ad arcioni che erano usate dai pescatori in quanto larghe e stabili, e inoltre gli arcioni (archi di legno) permettevano di sostenere una tenda che riparava dal sole cocente o dalla pioggia. A quei tempi nei nostri laghi v’erano ancora pescatori professionisti. Il loro fondo ampio e piatto facilitava il movimento dei pescatori che spesso trascorrevano a bordo gran parte della notte, e la manovra delle reti.

Questa bella foto in controluce di mio padre, scattata nella prima metà degli anni 40 a Lugano, permette di vedere il dettaglio della struttura interna, con le centine e il fondo piatto a tavole.

Da notare che simili barche sul lago di Como erano chiamate anche “Lucie” in quanto usate da Lucia Mondella e Renzo Tramaglino per la loro fuga, che i lettori dei “Promessi Sposi” ben ricorderanno.

Devi essere registrato in per poter aggiungere un commento
Non ci sono ancora commenti!
Claudio Abächerli
796 contributi
22 gennaio 2022
56 visualizzazioni
1 like
0 preferiti
0 commenti
1 dossier
Già 1,068 documenti associati a 1940 - 1949

Dossier:

La rete:
Sponsor:
8,500
2,488
© 2022 di FONSART. Tutti i diritti riservati. Sviluppato da High on Pixels.