Le informazioni di membri e visitatori sono analizzate in modo anonimo per fornire il miglior servizio possibile e rispondere a tutte le esigenze. Questo sito utilizza anche dei cookies, ad esempio per analizzare il traffico. Puoi specificare le condizioni di archiviazione e accesso ai cookies nel tuo browser. Per saperne di più.
00:00:00
00:16:59

Lo Spluga possibile alternativa ferroviaria al San Gottardo?

8 settembre 1982
RSI Radiotelevisione svizzera di lingua italiana

A circa un secolo di distanza, mentre si discutono i progetti di nuove trasversali ferroviarie, l'attraverso delle Alpi si ripresenta il dibattito su possibili percorsi alternativi al San Gottardo per i traffici internazionali di transito. La regione Lombardia, per ragioni storico-territoriali e per decongestionare la dorsale del Gottardo, sostiene l'idea di un traforo ferroviario sotto lo Spluga, che permetterebbe di distribuire in modo più equilibrato lungo l'arco alpino i flussi di traffico. La proposta italiana raccoglie all'inizio degli anni 1980 l'adesione del Grigioni, Cantone che nell'Ottocento, con la scelta del San Gottardo quale asse ferroviario alpino, aveva perso la sua importanza storica nelle vie di comunicazione internazionali. I grigionesi rivendicano la trasversale alpina dello Spluga per ragioni di equità confederale e per rompere il loro isolamento geografico. Il Ticino rimane invece fedele alla scelta gottardista, perché spera in importanti ricadute economiche e perché si tratta di una rivendicazione politica e culturale che ha accompagnato il tormentato processo d'integrazione del Cantone nella Svizzera moderna. Le ferrovie federali sostengono pure l'idea di una linea veloce attraverso il San Gottardo, per ragioni aziendali e di efficienza tecnica e sarà pure questa la scelta fatta dalle autorità federali nell'ambito della politica dei trasporti e della realizzazione di Alptransit.

Indicizzazione delle sequenze:

0'01''-5'57'' Lo Spluga per evitare l'intasamento sull'asse del Gottardo

5'58''-8'49'' Le FFS difendono il Gottardo per motivi aziendali e tecnici

8'50''- 12'05'' Il Grigioni rivendica una trasversale alpina per ragioni di equità

12'06''-16'58'' Il Ticino rimane fedele all'opzione gottardista

Gli autori di questo servizio, andato in onda l'8 settembre 1982, sono Fausto Tognola e Carlo Gianinazzi. Parlano: Fabio Semenza, assessore ai trasporti Lombardia; Peter Schaf, ingegenere delle FFS; Bernardo Lardi, consigliere di stato grigionese; Ugo Sadis, consigliere di stato ticinese. Fonte della foto: alptransit-portal.ch

Devi essere registrato in per poter aggiungere un commento
Non ci sono ancora commenti!
La rete:
Sponsor:
3,978
1,628
© 2019 di FONSART. Tutti i diritti riservati. Sviluppato da High on Pixels.