Le informazioni di membri e visitatori sono analizzate in modo anonimo per fornire il miglior servizio possibile e rispondere a tutte le esigenze. Questo sito utilizza anche dei cookies, ad esempio per analizzare il traffico. Puoi specificare le condizioni di archiviazione e accesso ai cookies nel tuo browser. Per saperne di più.

Non chiamatemi più ciccione

24 marzo 2013
RSI Radiotelevisione svizzera di lingua italiana

La puntata del programma televisivo «Storie» del 24 marzo 2013 presentò il documentario di Alberto Meroni intitolato «Non chiamatemi più ciccione».

John Rottoli ha ventiquanttro anni e pesa 150 chili. È un ragazzo molto simpatico e ironico, a cui piace stare al centro dell’attenzione. Vista la sua passione per il cinema e la TV non si vergogna di farsi filmare divertendo il pubblico vestito da donna o imitando Oliver Hardy, ma in costume da bagno non si mostra mai. Il suo corpo è un tabù e in quello scafandro di ciccia lui proprio non si vede e non si piace. Si può dire che piace a tutti a parte sé stesso, e questo gli fa vivere una doppia vita fatta di divertimento e tristezza. John sa di essere arrivato al punto di non ritorno: se va avanti così rischia la propria vita per il gusto di mangiare. Dopo averle provate tutte decide di sottoporsi ad un intervento di riduzione dello stomaco sperando di perdere almeno un terzo del proprio peso. Il viaggio è lungo, e anche se il traguardo sarà potersi piacere davanti allo specchio, dovrà mettercela tutta, sia fisicamente che psicologicamente.

Ospite in studio di «Storie» fu Elisa D’Ospina.

Devi essere registrato in per poter aggiungere un commento
Non ci sono ancora commenti!
14 aprile 2020
151 visualizzazioni
0 likes
0 preferiti
0 commenti
1 dossier
01:10:40
Già 1,585 documenti associati a Dopo 2000

Dossier:

La rete:
Sponsor:
8,456
2,482
© 2022 di FONSART. Tutti i diritti riservati. Sviluppato da High on Pixels.