Le informazioni di membri e visitatori sono analizzate in modo anonimo per fornire il miglior servizio possibile e rispondere a tutte le esigenze. Questo sito utilizza anche dei cookies, ad esempio per analizzare il traffico. Puoi specificare le condizioni di archiviazione e accesso ai cookies nel tuo browser. Per saperne di più.

Elsa Franconi-Poretti. Un secolo di storia ticinese

26 dicembre 1993
RSI Radiotelevisione svizzera di lingua italiana

Questo servizio di Gianna Paltenghi ed Enzo Pelli andò in onda il 26 dicembre 1993 nel programma televisivo «Passato, presente… possibile». È un ritratto in forma di intervista di Elsa Franconi-Poretti (1895-1995), pioniera della politica femminile e già decana del Gran Consiglio Ticinese. Una sorta di viaggio a ritroso di quasi cento anni nella vita quotidiana della Lugano piccolo borghese.

A pagina 5 del settimanale «Teleradio7» in edicola per la settimana dal 26 dicembre 1993 al 1 gennaio 1994 si leggeva la presentazione del documentario:

Il viaggio nei Destini di donne proposto da Passato, presente… possibile si conclude con il ritratto di una protagonista della storia ticinese: EIsa Franconi-Poretti, Classe 1895, capelli argentei, memoria di ferro, idee innovatrici miste a qualche momento di nostalgia, humour sottile e garbata riservatezza sulle cose più private: tutto ciò fa di EIsa, pioniera della politica femminile, già decana del gran consiglio ticinese, un’affabulatrice avvincente. I suoi ricordi ci permettono un viaggio a ritroso di quasi cento anni nella vita quotidiana della Lugano piccolo-borghese, quando il bagno (la tinozza di zinco) era un lusso per pochi e il bucato si faceva con la cenere, col ranno, quando il mezzo di trasporto collettivo era la diligenza e le ragazze dovevano stare in casa, pena la citazione in qualche giornale satirico. EIsa ha conosciuto la città illuminata dai lampioni a gas, ha visto la prima automobile, ha volato sul primo idroplano arrivato sulle sponde del Ceresio; ricorda i tempi della prima guerra italo-etiopica, di quella russo-giapponese; ha vissuto trent’anni di emigrazione in Francia, da dove è stata corrispondente per il "Corriere del Ticino" e per Radio Monteceneri; e infine è stata protagonista nella lotta per l’emancipazione femminile e per il voto alle donne. Oggi, a 98 anni, EIsa ama ancora la vita, legge, si tiene al corrente di tutto, apprezza il progresso, rimpiange solo un po’ le belle cose e i bei negozi della Lugano della sua gioventù. «Ecco, lì mi sento un pochino vecchia, io che di solito vecchia non voglio essere…».

Redatto da Gabriele Piffaretti, un ritratto di EIsa Franconi-Poretti è disponibile nell’Archivio delle Donne Ticino.

Pablo Crivelli è l’autore della voce «ElsaFranconi-Poretti» scritta per il Dizionario storico della Svizzera.

Anche Atte-Museo della Memoria ha dedicato una pagina ad EIsa Franconi-Poretti in questo portale.

Devi essere registrato in per poter aggiungere un commento
Non ci sono ancora commenti!
25 luglio 2022
23 visualizzazioni
0 likes
0 preferiti
0 commenti
0 dossier
00:51:25
Già 2,106 documenti associati a 1960 - 1969
La rete:
Sponsor:
9,004
2,574
© 2022 di FONSART. Tutti i diritti riservati. Sviluppato da High on Pixels.