Le informazioni di membri e visitatori sono analizzate in modo anonimo per fornire il miglior servizio possibile e rispondere a tutte le esigenze. Questo sito utilizza anche dei cookies, ad esempio per analizzare il traffico. Puoi specificare le condizioni di archiviazione e accesso ai cookies nel tuo browser. Per saperne di più.

Quaderni Biaschesi: LA FERROVIA

2015
Atte-Museo della Memoria

Una raccolta di documenti che vanno dal 1848 al 1882 e che riguardano la realizzazione della Gotthard-Bahn attraverso il comune di Biasca.

Punto strategico nella geografia dei transiti alpini di persone e di merci, già nell’epoca dei somieri fino a quella delle diligenze, Biasca trova infatti nella realizzazione della linea ferrata che attraversa le Alpi la possibilità di vivere dentro la storia della gigantesca impresa ferroviaria dell’Ottocento e di subirne tutte le conseguenze sulla configurazione del territorio, sulla composizione della sua popolazione, sulle caratteristiche della propria economia. La costruzione della linea ferroviaria, la sua penetrazione sul territorio comunale fin sotto la cascata di Santa Petronilla, l’accoglienza di genti venute da lontano, di costumi e lingue diverse, l’apertura a un nuovo mondo al quale dava accesso il rivoluzionario mezzo di comunicazione, sono tutti elementi che possono agevolmente inventariati per illustrare la portata e il significato del fatto di venirsi a trovare su un punto strategico di un asse europeo di traffico di rilevanza addirittura extra continentale

Dino Jauch

Un mondo che ci riporta alla nostra infanzia: i bei cappotti blu con i bottoni che sembravano d’argento in duplice fila, il terrore dei controllori dell’abbonamento per scolari quando si andava a scuola al Liceo di Lugano. I racconti di fatti mortali successi alla nostra stazione. Fra i nostri compagni di gioco dei bambini avevano perso il genitore od un parente, e davano alla nostra prima fantasia l’impressione del lavoro del ferroviere quale pericolo. La ferrovia era anche la nostra compagna di notte quando il suo sferragliare giungeva ovattato ma udibile dalla linea del Gottardo che passava non lontano da casa. Fu questo il nostro primo incontro con la ferrovia, come si incontra una cosa che esiste, come la montagna, la strada, il fiume, una realtà.

Alfredo Giovannini, sindaco

Vai al dossier LIBRI e ARTICOLI del Museo della Memoria cliccando qua.

Archivio Museo della Memoria: MDM0101

Foto:

mdm.atte.ch/MDM0101-foto-1.jpg

mdm.atte.ch/MDM0101-foto-2.jpg

mdm.atte.ch/MDM0101-foto-3.jpg

mdm.atte.ch/MDM0101-foto-4.jpg

mdm.atte.ch/MDM0101-foto-5.jpg

mdm.atte.ch/MDM0101-foto-6.jpg

mdm.atte.ch/MDM0101-foto-7.jpg

mdm.atte.ch/MDM0101-foto-8.jpg

Devi essere registrato in per poter aggiungere un commento
Non ci sono ancora commenti!
6 aprile 2021
9 visualizzazioni
1 like
0 preferiti
0 commenti
1 dossier
Già 394 documenti associati a Prima 1900

In questo documento:

Alfredo Giovannini
Dino Jauch

Dossier:

La rete:
Sponsor:
6,845
2,110
© 2021 di FONSART. Tutti i diritti riservati. Sviluppato da High on Pixels.