Le informazioni di membri e visitatori sono analizzate in modo anonimo per fornire il miglior servizio possibile e rispondere a tutte le esigenze. Questo sito utilizza anche dei cookies, ad esempio per analizzare il traffico. Puoi specificare le condizioni di archiviazione e accesso ai cookies nel tuo browser. Per saperne di più.

Eenrico Bassetti, dalla Morobbia a Los Angeles

gennaio, 2019
Atte-Museo della Memoria

Quella di Enrico (Henry) Bassetti (1888- 1967) è una bella storia di successo. Figlio di Augusto ed Enrichetta Mossi, nacque a Sant’Antonio il 15 novembre 1888, secondo di sedici fratelli.

A diciotto anni, nel maggio del 1907, si imbarcò a Le Havre sul bastimento “La Bretagne”, diretto in America. Arrivato a New York il 28 maggio, fu accolto dallo zio Pietro Mossi, di professione cuoco. Probabilmente fu quest’ultimo ad aiutare il nipote a trovare lavoro nello stesso ambito.

Enrico non si fermò a lungo a New York. Nel 1910 era a Boston, dove lavorava come cuoco e abitava con la famiglia di Stefano Santini e col ventiduenne Ernesto Jorio, anche loro cuochi originari della Valle Morobbia. Nel 1914, acquisita una certa esperienza, Enrico si trasferì a Los Angeles. Qui la sua abilità, l’estro e la fantasia ai fornelli gli spianarono la via al successo professionale. Nel 1916 sposò Laura Frieda Heuer, originaria di Auberson, nel Canton Vaud. A quel tempo Enrico era chef di cucina all’Hotel Alexandria di Los Angeles, uno degli alberghi di lusso della regione.

Nel 1923 manifestò alla Corte distrettuale di Los Angeles la sua intenzione di diventare cittadino americano. La sua prima richiesta formale fu respinta l’11 giugno 1928 con la motivazione “Loyalty unsatisfactory”, lealtà insoddisfacente. L’anno successivo ripresentò la domanda, firmando una “Petition for naturalization” con la quale dichiarava di non essere poligamo e d’essere fedele ai principi della Costituzione degli Stati Uniti rinunciando assolutamente e per sempre a ogni lealtà e fedeltà a qualsiasi principe, potentato, Stato o sovranità e, particolarmente, alla Confederazione svizzera. Nello stesso documento chiedeva che il suo nome fosse cambiato in “Henry”. Questa volta la sua richiesta fu accolta e nel 1929 Enrico Henry Bassetti diventò cittadino statunitense. (…)

Leggi l’articolo cliccando qua

Vai al dossier “Echi del tempo – Testimonianze della Valle Morobbia” cliccando qua.

Archivio Museo della Memoria: MDM0425

Foto

mdm.atte.ch/MDM0425-foto-1.jpg

mdm.atte.ch/MDM0425-foto-2.jpg

mdm.atte.ch/MDM0425-foto-3.jpg

mdm.atte.ch/MDM0425-foto-4.jpg

Devi essere registrato in per poter aggiungere un commento
Non ci sono ancora commenti!
23 marzo 2021
29 visualizzazioni
0 likes
0 preferiti
0 commenti
1 dossier
Già 1,717 documenti associati a 1960 - 1969

In questo documento:

Enrico (Henry) Bassetti

Dossier:

La rete:
Sponsor:
7,057
2,139
© 2021 di FONSART. Tutti i diritti riservati. Sviluppato da High on Pixels.