Le informazioni di membri e visitatori sono analizzate in modo anonimo per fornire il miglior servizio possibile e rispondere a tutte le esigenze. Questo sito utilizza anche dei cookies, ad esempio per analizzare il traffico. Puoi specificare le condizioni di archiviazione e accesso ai cookies nel tuo browser. Per saperne di più.

“Fogli volanti”: testi e canzoni popolari

2014
Atte-Museo della Memoria

È praticamente certo che la storia della stampa a caratteri mobili inizia con un foglio volante, un semplice foglio stampato; infatti il primo prodotto tipografico a stampa datato è una lettera d'indulgenza concessa da papa Nicolò V al re di Cipro, il 25 ottobre 1454. Sin dal XV secolo il genere tipografico del foglio volante ha avuto una straordinaria diffusione ed è stato utilizzato come mezzo di comunicazione di massa, per ogni tipo di pubblicazione, a carattere pubblico o privato, religioso o civile, economico, sociale, culturale o letterario. Tra i fogli volanti più conosciuti troviamo le 95 Tesi di Martin Lutero, del 31 ottobre 1517; il Placard sur la Messe affisso sulla porta della camera da letto del re francese Francesco I nella notte tra il 17 ed il 18 ottobre 1534; la Declaration of Independance, stampata a Philadelphia il 4 luglio 1776; e la Déclaration des droits de l’homme et du citoyen, del 26 agosto 1789. Per la sua diffusione in tutto il territorio europeo, per la varietà dei suoi contenuti e per la sua straordinaria importanza storica e culturale il foglio volante è l'elemento che più di tutti determina e riflette la portata rivoluzionaria della stampa a caratteri mobili e la sua influenza nel modo di comunicare e di vivere. La fortuna dei fogli volanti nel passato è anche dovuta allo stretto legame esistente tra questo particolare prodotto tipografico e l'oralità; legame che garantiva un'ampia circolazione dei messaggi veicolati, anche in una società essenzialmente analfabeta. Se da un lato la praticità e l'ampia diffusione hanno fatto il successo dei fogli volanti, non si può nascondere che queste caratteristiche siano anche all'origine del loro limite: la scomparsa e la distruzione. Per le loro caratteristiche materiali e per il carattere contingente del loro contenuto, i fogli volanti sono stampati caduchi ed effimeri, che raramente venivano conservati. E se ciò era vero nel passato, lo è ancor più nel presente.

Vai al dossier APPROFONDIMENTI - Museo della Memoria cliccando qua.

Archivio Museo della Memoria: MDM0320

Foto

mdm.atte.ch/MDM0320-foto-1.jpg

“Giovanni Passanante e la sua bella”

Scarica il testo completo cliccando qua.

mdm.atte.ch/MDM0320-foto-2.jpg

“Il giardiniere”

Scarica il testo completo cliccando qua.

mdm.atte.ch/MDM0320-foto-3.jpg

“Lo spazzacamino”

Scarica il testo completo cliccando qua.

mdm.atte.ch/MDM0320-foto-4.jpg

“Contrasto fra madre e figlia”

Scarica il testo completo cliccando qua.

mdm.atte.ch/MDM0320-foto-5.jpg

“La mandolinata”

Scarica il testo completo cliccando qua.

mdm.atte.ch/MDM0320-foto-6.jpg

“Orario e tariffa”

Scarica il testo completo cliccando qua.

Devi essere registrato in per poter aggiungere un commento
Non ci sono ancora commenti!
22 maggio 2021
52 visualizzazioni
0 likes
0 preferiti
0 commenti
1 dossier
La rete:
Sponsor:
7,754
2,286
© 2021 di FONSART. Tutti i diritti riservati. Sviluppato da High on Pixels.