Le informazioni di membri e visitatori sono analizzate in modo anonimo per fornire il miglior servizio possibile e rispondere a tutte le esigenze. Questo sito utilizza anche dei cookies, ad esempio per analizzare il traffico. Puoi specificare le condizioni di archiviazione e accesso ai cookies nel tuo browser. Per saperne di più.
00:00:00
00:43:00

Dalla liberazione della donna alla ricerca della parità

3 maggio 2000
RSI Radiotelevisione svizzera di lingua italiana

In Svizzera i nuovi movimenti femministi nascono sull'onda della protesta studentesca che culmina con la contestazione sessantottina. Tra il 1968 e il 1969 nascono gruppi autonomi di donne che si denominano movimento femminista o di liberazione della donna. Il femminismo evidenzia lo stretto legame esistente tra le esperienze individuali delle donne e le condizioni sociali, e concepisce l'emancipazione femminile come la chiave di volta nella lotta contro la famiglia tradizionale e la società capitalista.

Partendo da una nuova consapevolezza incentrata sulla donna, le femministe denunciano la divisione sessuale del lavoro quale forma specifica di discriminazione e di controllo sociale sulle donne, rivendicando salario uguale e pari opportunità nella formazione e nelle carriere professionali, come pure una politica educativa, sociale e familiare più consona ai bisogni femminili. Sollevano pubblicamente anche temi considerati tabù, quali l'aborto, la contraccezione, le violenze contro le donne e l'autodeterminazione sessuale. Il movimento femminista affronta i vari temi nell'ambito di gruppi di lavoro e d'autocoscienza, creando infrastrutture e associazioni esclusivamente femminili: centri culturali, consultori, ecc. Talune di queste iniziative sono state all'origine di strutture stabili ed istituzionalizzate, quali uffici della parità o centri di pianificazione familiare.

Il crescente impegno delle donne nelle istituzioni e nelle organizzazioni ha permesso di ottenere vari successi rivendicativi in ambito politico e professionale. Con il crescente coinvolgimento nelle istituzioni, il femminismo ha sviluppato nuove modalità d'intervento, perdendo in gran parte il carattere di movimento sociale alternativo. Dagli anni 1980, molte donne hanno rivalutato diversi aspetti della femminilità, mentre i movimenti femminili si sono orientati verso la ricerca di rapporti paritari tra uomini e donne, nel rispetto delle differenze.

Indicizzazione delle sequenze:

7'03''-15'32'' L'esperienza di un gruppo femminista ticinese di autocoscienza

Questa trasmissione radifonica, curata da Daniela Fornaciarini, andò in onda su Rete Due il 3 maggio 2000.

Devi essere registrato in per poter aggiungere un commento
Non ci sono ancora commenti!
16 febbraio 2017
733 visualizzazioni
0 likes
0 preferiti
0 commenti
2 dossier
00:43:00
La rete:
Sponsor:
7,922
2,367
© 2022 di FONSART. Tutti i diritti riservati. Sviluppato da High on Pixels.