Le informazioni di membri e visitatori sono analizzate in modo anonimo per fornire il miglior servizio possibile e rispondere a tutte le esigenze. Questo sito utilizza anche dei cookies, ad esempio per analizzare il traffico. Puoi specificare le condizioni di archiviazione e accesso ai cookies nel tuo browser. Per saperne di più.

Creazione della «Fondazione Rotary Club Lugano»

1996
Lugano
Rotary Club Lugano

La storia delle Fondazioni è una tradizione ben più vecchia dello stesso Rotary Club Lugano. Già nel 1917, infatti, il Rotary International creò un fondo di dotazione permanente per “fare del bene nel mondo”. Una decina di anni dopo, nel 1928, il comitato centrale istituì (grazie a donazioni da parte dei RC di tutto il mondo) la prima vera “Fondazione” che, ancora oggi, ha come motto lo stesso mantra del 1917.

Nel 1977, sotto la Presidenza del commerciante Emilio Fumagalli, al RCL venne accolta l’idea del Rotary International di approvare le candidature di ambosessi per le borse della Fondazione Rotary per studi all’estero. È però solo negli anni Novanta che il RCL cominciò a dedicarsi attivamente all’idea di una propria Fondazione. La proposta iniziale risaliva al 1993, proveniente dall’allora Presidente Luca Rondi (medico alla clinica Moncucco), che si impegnò nel portare avanti l’idea di una “Fondazione Rotary Club Lugano” con lo scopo di “elargire borse di studio annuali a universitari del distretto, meritevoli sia per l’impegno e il profitto negli studi, sia per le condizioni economiche”.

Durante un’Assemblea straordinaria del 1994, il Presidente Rondi ricordò che l’anno precedente la stessa Assemblea aveva accettato di devolvere una borsa di studio per un certo Patrick Gagliardini ricavata dall’utile di un concerto. Sulla base dei principi rotariani, in linea coi progetti promossi dal Club e con la donazione di quella borsa, l’idea di creare una Fondazione sembrava prendere forma.

Le discussioni in proposito erano però numerose: ci fu chi trovò la Fondazione troppo rigida, chi disse che sarebbe stato meglio creare un semplice Fondo interno al Club, chi si chiedeva come si sarebbe deciso a quale persona devolvere la borsa ogni anno. La prima votazione bocciò la Fondazione con 22 voti contro 16 e 4 astenuti. Anche se alcuni membri erano convinti dell’utilità di quel nuovo progetto, i tempi non erano ancora maturi.

Passò ancora qualche anno e la Presidenza retta da Poggioli vide la nascita, il 14 maggio 1996, dell’Università della Svizzera Italiana (USI) con sedi a Lugano e a Mendrisio (per l’Accademia di architettura). Quella nuova realtà attirò l’attenzione del RCL e riavviò il motore di un’iniziativa pronta ormai a concretizzarsi. Inizialmente ostacolata, fu così costituita nel secondo semestre del 1996 la “Fondazione Rotary Club Lugano”, ideata da Luca Rondi ma “preparata e discussa nel nostro Club da ormai quasi 3 anni”, come ricordò il Presidente Poggioli durante l’Assemblea Generale del ‘96.

Anche il Rotary International, d'altro canto, aveva sempre spinto i Club a costituire tali Fondazioni per poter meglio realizzare obiettivi di pubblica utilità consistenti in particolare nella prestazione di aiuti destinati a persone bisognose e meritevoli. La nuova votazione contò 41 soci favorevoli, 0 contrari e 1 astenuto. Così, nell’aprile del ’96, si diede vita all’unanimità alla “Fondazione Rotary Club Lugano” con un capitale di 100'000 franchi messo a disposizione del RCL. Erano ormai tutti convinti che una Fondazione di pubblica utilità di questo tipo fosse essenziale per il sodalizio e che essa si identificasse con la possibilità di allargare e aumentare gli interventi a favore della popolazione e delle istituzioni locali, anche grazie a eventuali lasciti e alle donazioni di persone ed enti privati.

Secondo gli statuti ufficiali, lo scopo della Fondazione è “l’aiuto sotto qual si voglia forma a persone o enti, di preferenza residenti o aventi sede nel Distretto di Lugano, meritevoli di un sostegno, ricorrente o una tantum, in particolare nell’ambito culturale o della formazione professionale”. La Fondazione è amministrata da un Consiglio, composto da 7 membri: il presidente in carica del Rotary Club Lugano, il presidente eletto, i tre presidenti degli anni precedenti e due soci SOP (Senza Obbligo di Presenza) eletti dall’assemblea del Rotary Club Lugano.

Devi essere registrato in per poter aggiungere un commento
Non ci sono ancora commenti!
Rotary Club Lugano
298 contributi
9 settembre 2019
42 visualizzazioni
0 likes
0 commenti
1 dossier
Già 275 documenti associati a 1990 - 1999

Dossier:

La rete:
Sponsor:
4,459
1,716
© 2020 di FONSART. Tutti i diritti riservati. Sviluppato da High on Pixels.