Le informazioni di membri e visitatori sono analizzate in modo anonimo per fornire il miglior servizio possibile e rispondere a tutte le esigenze. Questo sito utilizza anche dei cookies, ad esempio per analizzare il traffico. Puoi specificare le condizioni di archiviazione e accesso ai cookies nel tuo browser. Per saperne di più.

Un milione di franchi per la Casa della solidarietà dell'OTAF a Sorengo

2010
Rotary Club Lugano

Anno 2010-2011: la proposta per il finanziamento del nuovo laboratorio di falegnameria dell’OTAF (Opera Ticinese per l’Assistenza alla Fanciullezza) progettato da Mario Botta viene presentata al Rotary Club Lugano. “La Falegnameria del Cuore”, questo il nome, fu subito appoggiata dal sodalizio luganese e dai colleghi del Rotary Lugano Lago.

In un rapporto conservato negli archivi, si legge: “Nello spirito di diffondere e concretizzare un utile progetto, quest’azione, promossa dai clubs Rotary Lugano, Lugano Lago e Rotaract, vuole focalizzare gli interventi a favore di OTAF Sorengo”. Il progetto di ristrutturazione, creato su un periodo medio-lungo, aggiungerà 350 mq ai 200 già esistenti, grazie ai quali si potranno svolgere meglio le attività e occupare un maggior numero di persone, seguite da un maestro falegname.

Dopo le analisi del caso, i Club hanno “avuto modo di constatare, [che] alcuni ospiti della comunità sono in grado di eseguire lavori semplici, utili a loro e apprezzati dal mercato. Da qui, l’idea di una falegnameria, un progetto ambizioso che ci vedrà impegnati, se accettato, per un periodo di 3/5 anni”. Inoltre, la “struttura potrà anche essere luogo d’incontro Rotaryiani permettendo lo sviluppo d’altri progetti ed azioni”. Nel progetto si collabora anche le nuove leve, grazie alla collaborazione con i Rotaract, che potranno poi essere coinvolti nelle attività e nelle manifestazioni organizzate a sostegno della nuova falegnameria.

L’impegno totale del Rotary Club Lugano fu di 110'000 franchi dilazionati sull’arco di 5 anni; nel 2010 ne furono versati 30'000, nei successivi quattro anni 20’000 ogni volta. Tra i vari esempi di sostegno al progetto, all’interno del RCL Claudio Tamborini (dell’allora Vinoteca Tamborini) presentò una magnum di Castelrotto con un’etichetta realizzata dall’amico rotariano e artista Cesare Lucchini e una cassetta di legno personalizzata “Rotary Club Lugano e OTAF” realizzata proprio dalla falegnameria OTAF. La Casa Fomelino a Sorengo fu inaugurata nel 2013 sotto la presidenza di Angelo Vismara, successore nel seguire il progetto OATF di Maurice Campagne e Claudio Tavazzini.

Nel 2017 la Fondazione OTAF festeggiò i suoi cento anni di attività e la falegnameria è ancora in funzione: accoglie ben 17 persone adulte che vi lavorano ogni giorno creando mobili su misura e modifiche di mobili industriali, stand espositivi e pareti divisorie così come sceneggiature per teatro, restauro mobili, restauro e ritinteggio gelosie, sedie e tavoli, forniture per aiuti domiciliari ed ergoterapie e cassette per bottiglie, imballaggi e scatole in legno.

Devi essere registrato in per poter aggiungere un commento
Non ci sono ancora commenti!
Rotary Club Lugano
298 contributi
9 settembre 2019
40 visualizzazioni
0 likes
0 commenti
1 dossier
Già 778 documenti associati a Dopo 2000

Dossier:

La rete:
Sponsor:
4,459
1,716
© 2020 di FONSART. Tutti i diritti riservati. Sviluppato da High on Pixels.