Le informazioni di membri e visitatori sono analizzate in modo anonimo per fornire il miglior servizio possibile e rispondere a tutte le esigenze. Questo sito utilizza anche dei cookies, ad esempio per analizzare il traffico. Puoi specificare le condizioni di archiviazione e accesso ai cookies nel tuo browser. Per saperne di più.

Stucchi nel Ticino: Porza, Cadro, Lugano

4 aprile 1975
RSI Radiotelevisione svizzera di lingua italiana

La loro abilità tecnica, le loro capacità organizzative e il loro lessico iconografico rendevano gli stuccatori ticinesi professionisti richiesti in tutta Europa, dai principi e regnanti fino alle piccole committenze locali. Durante la forzata pausa invernale, questi artisti, legati principalmente a un’emigrazione di tipo stagionale, facevano ritorno al paese d’origine, dove si impegnavano ad abbellire la propria dimora o gli edifici sacri della propria regione.

All’inizio del 1975, per il programma televisivo «Situazioni e testimonianze», Eros Bellinelli affidò allo storico dell’arte Piero Bianconi il compito di realizzare sei servizi televisivi dedicati all’arte dello stucco in Ticino: «Stucchi in Ticino». Bianconi fu affiancato dal regista Paul Lehner.

Questa tera puntata andò in onda il 4 aprile 1975. È dedicata alla scoperta degli stucchi barocchi in chiese edificate a Porza, Cadro e Lugano.

La Chiesa dei Santi Bernardino da Siena e Martino di Tours sorge su una collina ai limiti del centro abitato. L’edificio in stile barocco-neoclassico risale al XVII secolo ed è composto da una navata unica. Il campanile, con tamburo di forma ottagonale, si trova nella parte occidentale dell’edificio. La facciata, caratterizzata da paraste agli angoli, si apre su un piccolo sagrato.

La chiesa di Sant’Agata di Cadro è un invece edificio religioso che fonde elementi dell’architettura tardogotica e di quella rococò. La prima citazione della chiesa in documenti ufficiali risale al 1366, ma la chiesa è probabilmente precedente: nel 2004 una ricerca archeologica permise di individuare le tracce di un edificio precedente, demolito nel Duecento, dotato di abside e campanile-torre, segno che la struttura aveva anche una funzione di difesa. L’edificio attuale, tuttavia, risale al XIV secolo, quando fu ricostruito in stile tardogotico con un coro quadrangolare, poi sostituito fra il 1684 e il 1706 con quello semicircolare attualmente visibile, e dimensioni maggiori.

La Chiesa di San Rocco è situata a Lugano, nel quartiere di Lugano Centro. Sorge in un sedime nel quale, nel 1349, venne eretta una chiesa dedicata a San Biagio, successivamente distrutta. La ricostruzione della chiesa attuale iniziò nel 1528 e, dopo essere stata quasi immediatamente interrotta, riprese nel 1580. Venne consacrata nel 1602 da Feliciano Niguarda, vescovo di Como.

Devi essere registrato in per poter aggiungere un commento
Non ci sono ancora commenti!
6 maggio 2020
108 visualizzazioni
0 likes
0 preferiti
0 commenti
1 dossier
00:10:53
Già 740 documenti associati a Prima 1900

Dossier:

La rete:
Sponsor:
9,013
2,578
© 2022 di FONSART. Tutti i diritti riservati. Sviluppato da High on Pixels.