Le informazioni di membri e visitatori sono analizzate in modo anonimo per fornire il miglior servizio possibile e rispondere a tutte le esigenze. Questo sito utilizza anche dei cookies, ad esempio per analizzare il traffico. Puoi specificare le condizioni di archiviazione e accesso ai cookies nel tuo browser. Per saperne di più.
È online la nuova piattaforma nazionale: historiaHelvetica.ch
In evidenza

Inaugurato un fiore... generoso

8 aprile 2017
Saverio Bernaschina

L’8 aprile 2017, è stata inaugurata la nuova struttura ricettiva, opera di Mario Botta e battezzata subito Fiore di Pietra, per i petali che si aprono e poi richiudono come quelli della vera peonia, fiore endemico del Generoso.

Gli oltre 200 ospiti del mondo della politica e dell’economia ticinese sono giunti in vetta con il trenino, con un bus e poi a piedi seguendo un sentiero sistemato per l’occasione dal Lions Club del Mendrisiotto.

Ad aspettarli un nutrito gruppo di suonatori del corno delle alpi, un rinfresco pure generoso offerto dalla riseria Taverne, la visita all’edificio con momenti della costruzione, interviste e diverse allocuzioni.

A gestire la serie dei discorsi, presentare i relatori e passare la parola è Samantha Burgoin, collaboratrice del Monte Generoso.

Il primo a prendere la parola per porgere agli ospiti il saluto della Monte Generosa è il direttore Francesco Isgro’ che fa un breve istoriato delle strutture alberghiere del monte fino a tutt’oggi.

Riconoscenti e soddisfatti i sindaci dei paesi confinanti sottolineano diversi aspetti e sfaccettature del monte. Così Alessia Ponti di Castello ricorda le emozioni che da sempre prova guardando il Generoso.

Riccardo Costantini di Rovio richiama la ricchezza ambientale con molte specie endemiche presenti sul Generoso

Per Sebastiano Gaffuri del comune di Breggia il Generoso è un punto di incontro di comunità che lega il Nord e il Sud.

Infine Carlo Croci, sindaco di Mendrisio sottolinea come il Generoso non è solo, come diceva Franscini, il Rigi della Svizzera Italiana ma è … magico .

All’inaugurazione non potevano mancare l’organizzazione turistica con la direttrice Nadia Lupi, i realizzatori dell’opera con l’ ingegner Luigi Brenni, il capo progetto Marzio Giorgetti e naturalmente l’architetto Mario Botta che elogia sia il committente, paziente e presente, sia la maestranza.

La cerimonia si conclude con il Padre Nostro e l’Amen del vescovo emerito Piergiacomo Grampa.

Devi essere registrato in per poter aggiungere un commento
Non ci sono ancora commenti!
15 marzo 2023
152 visualizzazioni
0 likes
0 preferiti
0 commenti
0 dossier
00:20:10
Già 2,025 documenti associati a Dopo 2000

Le nostre vite: un secolo di storia degli svizzeri attraverso le loro immagini

La rete:
Sponsor:
10,855
3,018
© 2024 di FONSART. Tutti i diritti riservati. Sviluppato da High on Pixels.