Le informazioni di membri e visitatori sono analizzate in modo anonimo per fornire il miglior servizio possibile e rispondere a tutte le esigenze. Questo sito utilizza anche dei cookies, ad esempio per analizzare il traffico. Puoi specificare le condizioni di archiviazione e accesso ai cookies nel tuo browser. Per saperne di più.

Note di bandella

Nel numero 52 della rivista «Cenobio» apparso nel 2003, l’etnomusicologo Marcello Sorce Keller pubblicò un articolo intitolato: «Canton Ticino: un’identità musicale?», osservando che l’ascolto della musica è un fatto identitario con cui da una parte si cerca di affermare la propria appartenenza ad un gruppo con un certo stile di vita e con determinati valori, dall’altra si cerca invece di distanziarsi dagli schemi della generazione precedente anche cercando la provocazione.

La parte centrale dell’articolo è dedicata a «bande, bandelle, orchestre di mandolini e cori». È in questa parte che Sorce Keller ricorda che, «a differenza della banda la bandella suona (e soprattutto fino a qualche decennio fa suonava) per far ballare la gente. Si tratta dunque di un organico che, per dimensione e funzione è certamente più vicino all’ambito della musica tradizionale che non a quello della musica colta a cui la banda vera e propria guarda sempre come punto di riferimento. L’origine delle “bandelle” risale alla fine del Settecento, ma ne esistono ancora oggi alcune decine. Ancora oggi, dunque, contribuiscono a caratterizzare musicalmente il Cantone - e di ciò esiste consapevolezza, tanto è vero che si è pensato di presentarle in questa funzione a Expo 02.»

Questo dossier collaborativo è stato occasionato dalla presentazione del volume intitolato «Note di bandella. Percorsi nel patrimonio musicale della Svizzera italiana». Pubblicato dal Centro di dialettologia e di etnografia, il libro curato da Aldo Sandmeier, Emanuele Delucchi e Johannes Rühl prova a dare una risposta a queste domande: quali sono le origini di questa tradizione? Che ruolo ha avuto e ha tutt’oggi? Quante sono queste formazioni musicali? Chi sono i protagonisti? Quali i repertori musicali? Che affinità vi sono rispetto ad altre realtà analoghe dell’arco alpino e dell’Italia settentrionale?

Devi essere registrato in per poter aggiungere un commento
Non ci sono ancora commenti!
La rete:
Sponsor:
3,980
1,636
© 2019 di FONSART. Tutti i diritti riservati. Sviluppato da High on Pixels.