Le informazioni di membri e visitatori sono analizzate in modo anonimo per fornire il miglior servizio possibile e rispondere a tutte le esigenze. Questo sito utilizza anche dei cookies, ad esempio per analizzare il traffico. Puoi specificare le condizioni di archiviazione e accesso ai cookies nel tuo browser. Per saperne di più.

Il diritto di voto ai diciottenni

Nel 1991 la Confederazione fissò la maggiore età politica al compimento dei 18 anni. I cantoni furono in quest’ambito precursori, avendo già abbassato nel 1977 l’età del diritto di voto da 20 a 18 anni. Il processo politico era iniziato nel 1970 con le prime discussioni parlamentari, ma questo problema era già stato sollevato con il movimento del ‘68. Un passo importante fu l’iniziativa parlamentare lanciata nel 1975 dal consigliere nazionale Jean Ziegler (GE/PSS). È degno di nota il fatto che alcuni Cantoni, tendenzialmente contrari al diritto di voto alle donne – soprattutto nella Svizzera interna –, abbassarono molto presto l’età di voto. Ad esempio nel Cantone di Svitto, i 18enni e 19enni potevano votare già dal 1833. In questo dossier la RSI ha raccolto alcuni estratti video che documentano le discussioni precedenti la votazione del 3 marzo 1991, completandolo con altri video che danno conto del successivo dibattito in ordine all’abbassamento a 16 della maggire età politica.

Devi essere registrato in per poter aggiungere un commento
Non ci sono ancora commenti!
La rete:
Sponsor:
7,784
2,297
© 2021 di FONSART. Tutti i diritti riservati. Sviluppato da High on Pixels.