Le informazioni di membri e visitatori sono analizzate in modo anonimo per fornire il miglior servizio possibile e rispondere a tutte le esigenze. Questo sito utilizza anche dei cookies, ad esempio per analizzare il traffico. Puoi specificare le condizioni di archiviazione e accesso ai cookies nel tuo browser. Per saperne di più.

Lo scrigno dei ricordi

30 testimonianze di vita, raccolte in un libro digitale

Nel 2014 la Pgi Moesano ha affidato un mandato a Mileva Albertini e Renzo Stanga con il compito di selezionare le persone - uomini e donne - da intervistare, prestando attenzione a raccogliere voci ben distribuite sul territorio di Mesolcina e Calanca. Chiaramente ci si è dovuti limitare nel numero delle interviste, in modo da poter portare a termine il lavoro in tempi più o meno brevi. Una volta individuate le persone da intervistare, sono state effettuate le registrazioni audio, poi riprese e trascritte da Renata Rigassi Codoni e organizzate in un ebook curato da Aixa Andreetta, la cui grafica è stata affidata ad Aline Santi; il supporto tecnico è stato assicurato da Alberto Bresesti, che si è occupato della sonorizzazione, l'impaginazione e l'adattamento informatico. www.scrignodeiricordi.ch

La storia di queste persone, nate attorno agli anni '30 del secolo scorso, coprono un arco temporale interessante, poiché ancora poco studiato. Recente, ma già passato.

Alle loro testimonianze vanno ad aggiungersi i ricordi condivisi di ognuno di noi, che permettono di comprendere e riscoprire un periodo di grande svolta e di cambiamenti eccezionali, dati oggigiorno ormai per scontati. Una società rurale che pian piano si modernizza, un dopoguerra che promette una rinascita, la continuazione di alcune tradizioni e l'invenzione di tante nuove attività.

In un mondo che cambia sempre più velocemente, quanto è importante soffermarsi ad ascoltare, a ricordare, a riflettere?

Il formato digitale, simbolo di questo cambiamento tutt'ora in corso, permette di offrire un prodotto di facile accesso e molto flessibile dal punto di vista tecnico, in modo da poter inserire nuove testimonianze man mano che queste arriveranno...

Mostra nella mappa

"Noi avevamo tanta campagna, il papà segava l'erba con la falce a mano; la mamma e tutti...
0
0
1
"Sono di lingua madre romancia. Sono venuto qui perché volevo imparare l'italiano e poi h...
0
0
1
"Sono andata a scuola massaia a Roveredo che oggi non c'è più, assieme a diverse altre r...
0
0
1
"Ho 85 anni e sono del 1929. Sono di Roveredo e sono arrivato qui a Lostallo nel 1968. Ero...
0
0
1
"Sono andata via da casa con venti franchi in ta- sca. Sapevo solo il buon tedesco, non il...
0
0
1
"La mamma era gerente della fabbrica di fazzoletti a Roveredo. Il proprietario era mio zio...
0
0
1
"Si coltivavano dapprima patate e fagioli. Il campo di patate veniva vangato ed attorno si...
1
0
1
"Si andava a ballare. Sant'Anna era il clou, l'ultimo dell'anno suonavano dai Lunghi e dag...
0
0
1
"Ho 94 anni, sono nato l'11 gennaio del 1920. In Italia cominciava l'era del fascismo. Mus...
0
0
1
"Mio padre lavorava presso la ferrovia Bellinzona-Mesocco (BM), mio marito era guardia di...
0
0
1
"Ho il domicilio e sono nato a Cauco, ma vado a dormire a Selma. Ho sempre vissuto in Cala...
0
0
1
"Da ragazza, accompagnata la prima volta da mia sorella, sono andata a Hinterreihn per imp...
0
0
1
"Mia madre era maestra. Ha insegnato per cinquantuno anni. È stata maestrina dal 1913 al 1...
0
0
1
"Una volta tutte le rifiniture interne venivano cucite a mano. Non era facile. Dagli anni...
0
0
1
La rete:
Sponsor:
5,253
1,855
© 2020 di FONSART. Tutti i diritti riservati. Sviluppato da High on Pixels.