Le informazioni di membri e visitatori sono analizzate in modo anonimo per fornire il miglior servizio possibile e rispondere a tutte le esigenze. Questo sito utilizza anche dei cookies, ad esempio per analizzare il traffico. Puoi specificare le condizioni di archiviazione e accesso ai cookies nel tuo browser. Per saperne di più.

Ritratto di Poschiavo e di Bivio nel 1972

17 maggio 1972
RSI Radiotelevisione svizzera di lingua italiana

All'inizio del 1972, l'allora TSI mandò in onda tre documentari dedicati al Grigioni italiano realizzati da Rinaldo Giambonini. Recuperati grazie a Memoriav, tutt'e tre i filmati sono stati visti due sole volte in televisione, sicché la pubblicazione nelle pagine del portale di storia partecipativa «lanostraStoria.ch» permetterà loro una nuova e più vasta diffusione.

Questo terzo ed ultimo documentario, andato in onda il 17 maggio 1972, è un ritratto di Poschiavo e di Bivio. Anche in quest'ultimo caso è senz'altro utile un elenco delle località via via inquadrate dalla camera: Bernina, Poschiavo, Bivio, Campocologno, Villa di Tirano, Campascio, Viano e Cavajone.

Descrivendo questa prima puntata, il settimanale «Radiotivù» il 6 maggio 1972 scriveva: «Alla Valle di Poschiavo e a Bivio sarà dedicato il terzo servizio sul Grigioni Italiano. Gli operatori sono tornati a Poschiavo, a Brusio, nei dintorni di questi due comuni per puntare l'obiettivo anche su Viano, il paesino aggrappato - come Cavaione - su per la montagna; per curiosare in una casa vinicola, per ritrovare il trenino che da Tirano porta a San Moritz. Si parlerà anche di Bivio, nel Sorsette, tra il passo dello Julier e Savognin, considerato ancora del Grigioni Italiano. Un comune in pieno sviluppo, che però denuncia una diminuzione sempre più marcata degli abitanti di lingua italiana. Le dichiarazioni del maestro di quella scuola elementare, hanno offerto lo spunto per alcune considerazioni finali, legate allo spopolamento, allo sviluppo, ai problemi, ai progetti per il futuro, cioè dei giovani. Senza tuttavia dimenticare quanto rimane da fare, ed è molto, per favorire il turismo, linfa di queste valli, per allargare strade, per evitare ulteriori e preoccupanti partenze dei "cittadini di domani".»

Devi essere registrato in per poter aggiungere un commento
Non ci sono ancora commenti!
La rete:
Sponsor:
4,323
1,704
© 2020 di FONSART. Tutti i diritti riservati. Sviluppato da High on Pixels.