Le informazioni di membri e visitatori sono analizzate in modo anonimo per fornire il miglior servizio possibile e rispondere a tutte le esigenze. Questo sito utilizza anche dei cookies, ad esempio per analizzare il traffico. Puoi specificare le condizioni di archiviazione e accesso ai cookies nel tuo browser. Per saperne di più.

Esposizione di presepi al «Torchio» di Balerna

13 dicembre 2010
RSI Radiotelevisione svizzera di lingua italiana

La parola presepio – o presepe – deriva dal latino e significa greppia o mangiatoia e per estenso la stalla o la grotta in cui si trovano. La rappresentazione della Natività fa infatti riferimento al Vangelo di Luca, secondo il quale Gesù alla nascita fu deposto da Maria in una mangiatoia.

Tradizione natalizia cattolica, la cui origine è attribuita a San Francesco d’Assisi, nel corso dei secoli il presepe da scena vivente si è trasformato in allestimenti plastici che, progressivamente, dalle chiese sono entrati anche nelle case e dall’Italia si sono diffusi in varie parti del mondo. Si è così sviluppata una vera e propria arte presepiale, con una grande diversità di scuole e rappresentazioni. Molteplici sono anche i materiali con cui sono costruiti le figure e l’ambiente che riproducono scenicamente la Natività e l’Adorazione dei Magi.

Negli ultimi decenni, grazie all’impegno di appassionati, sono sorti musei, rassegne ed esposizioni di presepi che si sono sviluppati e hanno alimentato l’interesse per questa tradizione natalizia. Non è infrequente che, nel mese di dicembre, la sala del «Torchio» di Balerna ospiti mostre dedicate ai presepi. Così fu anche nel 2010. Il 13 dicembre 2010, il programma televisivo «Il Quotidiano» dedicò la copertina ad alcuni presepi esposti al «Torchio».

Devi essere registrato in per poter aggiungere un commento
Non ci sono ancora commenti!
3 giugno 2020
110 visualizzazioni
0 likes
0 preferiti
0 commenti
1 dossier
00:00:45
La rete:
Sponsor:
9,013
2,578
© 2022 di FONSART. Tutti i diritti riservati. Sviluppato da High on Pixels.