Le informazioni di membri e visitatori sono analizzate in modo anonimo per fornire il miglior servizio possibile e rispondere a tutte le esigenze. Questo sito utilizza anche dei cookies, ad esempio per analizzare il traffico. Puoi specificare le condizioni di archiviazione e accesso ai cookies nel tuo browser. Per saperne di più.

Una soffitta racconta

13 maggio 2022
Informatore
Informatore

In questo articolo si presenta il nuovo libro di Guido Codoni.

Centinaia di documenti d’inizio Novecento giacevano in una soffitta di Obino. Ne è nata una storia che ha condotto Guido Codoni, autore del nuovo libro “Una soffitta racconta” – edito dalla Tipografia Stucchi di Mendrisio e curato graficamente da Aldo Luisoni di San Pietro – a indagare su alcune realtà del Mendrisiotto di quel periodo. La pubblicazione è suddivisa in capitoli, ognuno con una sua autonomia.

mdm.atte.ch/MDM0644-foto-coper...

Nei primi cinque vengono trattati temi quali: il tabacco che, almeno per un secolo giocò un ruolo importante per l’economia della nostra regione; le sigaraie e il loro duro lavoro; Casa Carabelli, un edificio carico di storia; le trasformazioni subìte dal paese di Castel San Pietro negli ultimi 100 anni; le industrie legate al tabacco presenti nella nostra regione.

A partire dal sesto, i capitoli focalizzano l’attenzione (a parlare sono essenzialmente i documenti rinvenuti nella soffitta di Casa Carabelli) attorno alla figura di Ernst Aeschbach: la famiglia, la vita quotidiana, la fabbrica, l’apprendistato che andava diffondendosi, i rapporti con gli altri fabbricanti, le spedizioni, gli avvocati di riferimento.

Alla fine di ogni sezione ci sono delle pagine dedicate a curiosità e approfondimenti. “Il passato viene cancellato molto in fretta: di frequente mi meraviglio nel constatare come fatti capitati solo una decina di anni fa, dai più siano già dimenticati”, mette in luce Codoni nella sua introduzione al libro. “Lo stesso vale per coloro che ci hanno lasciato. È anche questo il senso del mio lavoro: far rivivere persone e vicende che hanno segnato un periodo della nostra “piccola” storia”.

mdm.atte.ch/MDM0644-foto-1.jpg

Casa Carabelli ad Obino

mdm.atte.ch/MDM0644-foto-2.jpg

Si caricano i carri alla Polus Sa di Balerna.

mdm.atte.ch/MDM0644-foto-3.jpg

Operaie al lavoro

mdm.atte.ch/MDM0644-foto-4.jpg

Pagina pubblicitaria delle ditte chiassesi di sigari e tabacchi, Gazzetta Ticinese (23.02.1943)

mdm.atte.ch/MDM0644-foto-5.jpg

La raccolta del tabacco.

Clicca qui per leggere l’articolo di Guido Codoni pubblicato su L’Informatore.

Vai al dossier LIBRI e ARTICOLI del Museo della Memoria cliccando qua

Archivio Museo della Memoria: MDM0644

Devi essere registrato in per poter aggiungere un commento
Non ci sono ancora commenti!
22 maggio 2022
116 visualizzazioni
0 likes
0 preferiti
0 commenti
1 dossier
La rete:
Sponsor:
9,012
2,578
© 2022 di FONSART. Tutti i diritti riservati. Sviluppato da High on Pixels.