Le informazioni di membri e visitatori sono analizzate in modo anonimo per fornire il miglior servizio possibile e rispondere a tutte le esigenze. Questo sito utilizza anche dei cookies, ad esempio per analizzare il traffico. Puoi specificare le condizioni di archiviazione e accesso ai cookies nel tuo browser. Per saperne di più.
In evidenza

Lo strano caso del paese di Erbonne

30 aprile 1965
RSI Radiotelevisione svizzera di lingua italiana

Il 30 aprile 1965, puntata del programma televisivo intitolato «Tempo nostro», andò «Passi nella Breggia» definita dal settimanale «Radiotivù»: «visita in Valle di Muggio in una realizzazione di Rinaldo Giambonini». Il documentario presentava l’alta valle di Muggio e i suoi problemi, in particolare l’assenza di una strada moderna che colleghi i Comuni di Cabbio, Muggio e Scudellate col piano. La parte più estesa dell’inchiesta di Giambonini — di cui qui forniamo l’estratto —presentava il caso particolare rappresentato dal villaggio di Erbonne (allora di 117 abitanti, 15 nel 2001, nel frattempo diventati 17), situato in territorio italiano (frazione del comune di Centro Valle Intelvi, in provincia di Como) ma allora popolato nella proporzione del 70% da cittadini svizzeri. Il documentario mostra come allora, i cittadini svizzeri che vi risiedevano, per raggiungere la valle di Muggio, devono guadare a piedi l’alveo del fiume Breggia e percorre un sentiero fino a Scudellate — oggi raggiungibile tramite un ponte ciclo-pedonale. Senz’altro curioso il fatto che tutti gli abitanti intervistati portavano lo stesso cognome: Cereghetti.

Erbonne conserva una serie di abitazioni costruite esclusivamente in sasso, mostrate nel documentario di Rinaldo Giambonini.

Devi essere registrato in per poter aggiungere un commento
Non ci sono ancora commenti!
23 febbraio 2021
2,216 visualizzazioni
2 likes
1 preferito
0 commenti
0 dossier
00:15:36
Già 1,779 documenti associati a 1960 - 1969
La rete:
Sponsor:
7,301
2,167
© 2021 di FONSART. Tutti i diritti riservati. Sviluppato da High on Pixels.