Le informazioni di membri e visitatori sono analizzate in modo anonimo per fornire il miglior servizio possibile e rispondere a tutte le esigenze. Questo sito utilizza anche dei cookies, ad esempio per analizzare il traffico. Puoi specificare le condizioni di archiviazione e accesso ai cookies nel tuo browser. Per saperne di più.
È online la nuova piattaforma nazionale: historiaHelvetica.ch
Mesocco un anno dopo l'alluvione del '78 - I resti delle chiesetta di Cebbia

Mesocco un anno dopo l'alluvione del '78 - I resti delle chiesetta di Cebbia

agosto, 1979
Claudio Abächerli

Un anno dopo il terribile alluvione del 7 agosto 1978 le ferite provocate dal disastro naturale sono ancora ben visibili sul territorio di Mesocco. Questa foto mostra quanto rimase della chiesetta di San Giovanni Nepomuceno a Cebbia, la frazione di Mesocco più colpita dal sinistro: il campanile e qualche resto di muro con ancora miracolosamente intatto l'affresco del Santo, che gurda caso, è il protettore delle acque, dei ponti e dagli alluvioni. In effetti, a Cebbia per miracolo -o intervento del Santo - non ci furono vittime.

Devi essere registrato in per poter aggiungere un commento
Non ci sono ancora commenti!
Claudio Abächerli
892 contributi
6 marzo 2020
109 visualizzazioni
2 likes
0 preferiti
0 commenti
2 dossier

Le nostre vite: un secolo di storia degli svizzeri attraverso le loro immagini

La rete:
Sponsor:
11,197
3,081
© 2024 di FONSART. Tutti i diritti riservati. Sviluppato da High on Pixels.