Le informazioni di membri e visitatori sono analizzate in modo anonimo per fornire il miglior servizio possibile e rispondere a tutte le esigenze. Questo sito utilizza anche dei cookies, ad esempio per analizzare il traffico. Puoi specificare le condizioni di archiviazione e accesso ai cookies nel tuo browser. Per saperne di più.
Ferrovia Lugano-Cadro-Dino

Ferrovia Lugano-Cadro-Dino

30 giugno 1970
Bureau vaudois d'adresse
Plomb Yannik

La Società per la Ferrovia Elettrica Lugano-Cadro-Dino (Sonvico), in sigla LCD, costituita il 29 dicembre 1908, iniziò pertanto i lavori di costruzione della linea, che venne attivata il 2 gennaio 1911 per la tratta urbana di Lugano dalle caratteristiche tranviarie, e il successivo 27 giugno per la tratta extraurbana, più specificamente ferroviaria.

lanostrastoria.imgix.net/photo...

lanostrastoria.imgix.net/photo...

Ferrovia Lugano-Cadro-Dino LCD Anno 1969

Elettromotrice Be 4/4 N°10 DepositoLa Santa

Il servizio ferroviario è stato soppresso nel 1970

Devi essere registrato in per poter aggiungere un commento
  • Claudio Abächerli

    ...e chi non la ricorda la cara vecchia ferrovia Lugano Cadro Dino che -assieme alla Lugano-Tesserete e alla Lugano -Ponte Tresa (l'unica sopravissuta) - uscivano a raggiera dalla città per raggiungere l'Hinterland luganese. Livrea azzurra, come azzurri erano pure i tram luganesi dell'ACT. Però -credo negli anni '60- apparve un'elettromotrice più moderna colorata in vivo arancione, chi se la ricorda? La ferravia partiva dal centro, presso la piazza Riforma, e utilizzava il tracciato della linea Lugano-Cassarate dell'ACT passando quindi davanti al Kursaal ma in piazza Indipendenza tirava dritto, passando dalla chiesa del Sacro Cuore, superando il Cassarate dopo la Madonnetta per arrivare poco dopo a La Santa dove c'era il deposito della linea feroviaria. Molte corse, effettuate con vetture piccole tipo tram (vedi lanostrastoria.ch/entries/m2bX... ) si fermavano qui, e di fatto completavano la linea urbana dell'ACT per la zona di Viganello che era in rapida crescita. Di li poi la linea continuava con due tornanti per Pregassona, Soragno, Davesco, Cadro ed infine Dino. Nonostante il nome (lasciato tra parentesi), a Sonvico non è mai giunta: dal capolinea per giungere a Sonvico o si andava a piedi o si prendeva l'autopostale . Su questo foto si vede anche la carrozza "panoramica" aperta consigliabile solo col bel tempo.

  • Plomb Yannik

    grazie per questa illuminazione che fa rivivere bene questo tempo,Ma purtroppo è finita...

  • Claudio Abächerli

    E a te grazie di aver pubblicato la foto della motrice arancione Be4/4 Nr 10 di cui parlavo nel mio commento!!

Plomb Yannik
172 contributi
7 marzo 2021
355 visualizzazioni
4 likes
0 preferiti
3 commenti
2 dossier
La rete:
Sponsor:
8,998
2,574
© 2022 di FONSART. Tutti i diritti riservati. Sviluppato da High on Pixels.