Le informazioni di membri e visitatori sono analizzate in modo anonimo per fornire il miglior servizio possibile e rispondere a tutte le esigenze. Questo sito utilizza anche dei cookies, ad esempio per analizzare il traffico. Puoi specificare le condizioni di archiviazione e accesso ai cookies nel tuo browser. Per saperne di più.

Il ricordo della «Strage di Rivera»

12 gennaio 2003
RSI Radiotelevisione svizzera di lingua italiana

L'edizione de «Il quotidiano» andata in onda la sera del 5 marzo 1992 fu pressoché interamente dedicata a quella che, successivamente, venne definita la «Strage di Rivera». Ne fu autore il trentasettenne Erminio Criscione residente a Cimo. Armato di un fucile mitragliatore Kalashnikov, si era presentato in quattro case abitate da conoscenti. A Origlio ferì Franco Greco; a Rivera uccise Dario, Lucia e Luca Solcà, Ildo Ghezzi, Costanza e Paolo Balerna, ferendo Sandra, Ugo e Alice Balerna e Silvana Ghezzi; a Massagno ferì Indra Kestenholz.

A dieci anni di distanza, il 12 gennaio 2003, la trasmissione televisiva «Storie» mandò in onda un servizio di Davide De Nigris e Luca Jäggli dedicato alla «Strage di Rivera». Nel video, Indra Kestenholz Minotti, scampata alla strage, racconta al nipote Gregory le vicende vissute; la stessa cosa, da un altro punto di vista, compie Thomas Bandecchi, giovane soccorritore all'epoca dei fatti.

Devi essere registrato in per poter aggiungere un commento
Non ci sono ancora commenti!
14 maggio 2018
3,321 visualizzazioni
0 likes
1 preferito
0 commenti
0 dossier
00:08:45
Già 1,588 documenti associati a Dopo 2000
La rete:
Sponsor:
8,492
2,484
© 2022 di FONSART. Tutti i diritti riservati. Sviluppato da High on Pixels.