Le informazioni di membri e visitatori sono analizzate in modo anonimo per fornire il miglior servizio possibile e rispondere a tutte le esigenze. Questo sito utilizza anche dei cookies, ad esempio per analizzare il traffico. Puoi specificare le condizioni di archiviazione e accesso ai cookies nel tuo browser. Per saperne di più.
Ossario di Cauco (Calanca) 3/8 – Parete di fondo a destra: il Giudizio Universale – I dannati.

Ossario di Cauco (Calanca) 3/8 – Parete di fondo a destra: il Giudizio Universale – I dannati.

8 giugno 2020
Claudio Abächerli

Presso la chiesa parrocchiale di Sant’Antonio Abate a Cauco si trova l’ossario, che è una costruzione a loggia del ‘700 con volte gemelle, i cui affreschi sono stati attribuiti all’artista grigionese Johann Jakob Riegg (1678 – 1731). Vista la struttura, il muro di fondo è diviso in due riflettendo le due aperture sulla facciata e le due volte gemelle. Nonostante gli affreschi siano alquanto rovinati (il restauro del 1993-95 si è probabilmente limitato a misure conservative) si può chiaramente identificare la scena come un Giudizio Universale, tema molto indicato per un ossario. Però l’artista si è trovato a dover dipingere la scena su due superfici delimitate dalle volte a crociera e quindi separate ma gemelle. Dai frammenti rimasti direi che l’artista ha risolto il problema in modo brillante come segue: invece di un'unica scena del Giudizio, ve ne sono due. Quella di destra guardando -e raffigurata qui-, mostra la condanna dei dannati (rispetto a Cristo sono quindi alla sua sinistra, secondo le scritture), mentre l’altra l’accoglienza dei beati (vedi immagine separata).

In questa immagine vediamo in alto la Trinità: Dio Padre a destra col classico triangolo sopra la testa, lo Spirito Santo sotto forma di colomba tutto in alto e Cristo sulla sinistra, tra loro un grande globo terrestre sormontato dalla croce. Cristo, con uno scettro nella destra, punta l’indice sinistro verso i dannati come a dire “via da me o maledetti”. La parte inferiore è assai danneggiata ma si intravvedono corpi ignudi, catene, forse fiamme. L’indice di Cristo punta anche verso l’affresco sulla parete laterale a destra guardando ove vi sono i dannati (vedi immagine separata). Si vede inoltre un angelo con un ramo di palma in mano che fa il gesto di scacciar via le anime dannate.

Devi essere registrato in per poter aggiungere un commento
Non ci sono ancora commenti!
Claudio Abächerli
807 contributi
4 ottobre 2020
67 visualizzazioni
1 like
0 preferiti
0 commenti
2 dossier
La rete:
Sponsor:
8,644
2,513
© 2022 di FONSART. Tutti i diritti riservati. Sviluppato da High on Pixels.