Le informazioni di membri e visitatori sono analizzate in modo anonimo per fornire il miglior servizio possibile e rispondere a tutte le esigenze. Questo sito utilizza anche dei cookies, ad esempio per analizzare il traffico. Puoi specificare le condizioni di archiviazione e accesso ai cookies nel tuo browser. Per saperne di più.

Mendrisio, Chiesa di San Giovanni, Stabat Mater cantato dai fedeli del Settenario.

2011
Rodolfo Bernasconi

Tra i canti liturgici più celebri, lo Stabat Mater è stato fonte di ispirazione per un buon numero di musicisti e rappresenta sicuramente il testo ideale per le celebrazioni pasquali della chiesa cattolica.

Lo Stabat Mater descrive la sofferenza della madre di fronte al figlio che sta morendo sulla croce.

Figura centrale del testo è la Madonna con il suo dolore. Questo canto pre-pasquale fa parte della Messa dei Sette Dolori e risale ai primissimi secoli dopo il Mille quando in Europa , grazie a diversi ordini mendicanti, si è diffuso il culto mariano.

Il periodo pre-pasquale a Mendrisio non è solo quello dell’organizzazione delle processioni storiche ma è quello inserito nella tradizione dei patrizi, degli attinenti, dei più anziani domiciliati, della settimana del Settenario.

Senza il Settenario non v’è Pasqua a Mendrisio e non la si comprenderebbe.

È una manifestazione discendente da lontane, profane e pie motivazioni e, ancor prima che dalla storia ecclesiastica, dal profondo dell’anima borghigiana.

Queste celebrazioni vespertine hanno il loro culmine nell’accorato e solenne canto dello Stabat Mater, eseguito a due cori alterni (iniziano le voci maschili a cui rispondono quelle femminili), con un’antica e struggente melodia di canto popolare, che si tramanda immutata di generazione in generazione.

Devi essere registrato in per poter aggiungere un commento
Non ci sono ancora commenti!
2 marzo 2021
352 visualizzazioni
0 likes
0 preferiti
0 commenti
0 dossier
00:11:16
Già 1,300 documenti associati a Dopo 2000
La rete:
Sponsor:
6,806
2,107
© 2021 di FONSART. Tutti i diritti riservati. Sviluppato da High on Pixels.